Infortuni tipici del crossfit

Crossfit: i 5 infortuni più comuni tra chi lo pratica con regolarità

Ormai popolarissimo tra gli amanti del fitness, il crossfit è un allenamento intenso che coinvolge tutto il corpo. Proprio per questo, se praticato senza le dovute attenzioni, può provocare spiacevoli infortuni.

Il programma del crossfit si basa sulla forza e sul condizionamento e migliora la resistenza cardiovascolare, la velocità, la flessibilità, la coordinazione, l’equilibrio e la forza. Un allenamento completo viene spesso utilizzato anche come training per altre attività sportive. Abbiamo visto quali sono i pro e i contro del crossfit, scopriamo nel dettaglio quali sono i cinque dolori più comuni che devono far scattare un campanello d’allarme, così da evitare possibili infortuni.

  1. Gomito del tennista

Nel caso del crossfit, il gomito del tennista è dovuto a un uso eccessivo o alle troppe ripetizioni di esercizi di sollevamento pesi. In questi casi, il consiglio è interrompere quel tipo di esercizio e praticarne altri che consentono di allungare i ventri dei muscoli estensori.

  1. Tendinite di Achille

Una ripetizione eccessiva di high box jump può facilitare lo sviluppo della tendinite di Achille. Quando s’inizia ad avvertire dolore, è fondamentale ridurre il ritmo e curare molto lo stretching e il rafforzamento dei muscoli del polpaccio.

  1. Tendinite alla cuffia dei rotatori

Anche nota come tendinite del nuotatore, questa tendinite alla spalla è piuttosto comune tra gli atleti di crossfit. Molti di loro sostengono che possa dipendere dalla ripetizione di esercizi di sollevamento pesi sopra la testa (cosiddetti “overhead press”) o dall’utilizzo di carichi troppo pesanti.

  1. Tenosinovite di De Quervain

Alcuni crossfitter lamentano questa infiammazione del polso. Normalmente a provocarla sono esercizi ripetitivi con bilanciere o kettlebell, che richiedono la flessione del polso, l’estensione e la deviazione ulnare in modo ripetitivo.

  1. Dolore alla parte bassa della schiena

Il dolore lombare è piuttosto comune tra i crossfitter, a provocarlo sono di solito movimenti di overhead press, ma anche gli squat di base. Quando questo dolore si presenta, è importante intervenire subito modificando il programma di esercizio e riposo.