Gps in bicicletta: a cosa serve

GPS in bicicletta: le 3 caratteristiche principali

Tecnologie sempre più evolute stanno entrando nella pratica quotidiana di molti sport. Utili soprattutto a chi ama gli sport all’aria aperta. In particolare per gli appassionati di bicicletta, il sistema GPS consente non solo di orientarsi e comunicare la propria posizione in ogni momento, ma anche di conoscere in anticipo tutte le caratteristiche principali del territorio così da pianificare al meglio la propria escursione in MTB. Vediamo nel dettaglio come funziona la tecnologia GPS e quali sono i principali utilizzi.

GPS per biciclette: tipologie

Gli amanti del ciclismo sportivo e delle escursioni in MTB conoscono bene l’importanza di avere con sé un sistema di geolocalizzazione. Oggi è possibile scegliere tra diverse tipologie di GPS, ciascuna pensata per diverse esigenze e diversi utilizzi.

Le applicazioni GPS per smartphone, indossabili e integrate ad altre funzionalità utili per chi fa sport, sono molto pratiche ma dipendono dalla batteria del telefono. L’alternativa è rappresentata dai navigatori GPS da montare direttamente sulla bicicletta. In quest’ultimo caso il ciclista si troverà oggi di fronte a un gran numero di modelli, di marche e di fasce di prezzo. Il nostro consiglio è di scegliere il GPS per la propria bicicletta in base ai criteri di resistenza, ingombro e durata della batteria e di verificare che abbia tutte le caratteristiche tecniche principali.

GPS per biciclette: caratteristiche

  1. Cartografia. Oggi la maggior parte dei GPS sono cartografici e consentono di caricare mappe, impostare percorsi, registrare quelli già fatti, misurare le distanze e stimare i tempi di percorrenza. Maggiori sono le funzionalità e i dati elaborati, maggiore sarà la memoria richiesta: in media 16GB sono sufficienti, ma basterà una scheda microSD per aumentare lo spazio disponibile.
  2. Accessori. Assicuratevi che il vostro GPS sia dotato di supporto con attacco per il manubrio, di alimentatore USB o a pile, e di uscita USB per collegamento a PC dove scaricare tutti i dati raccolti.
  3. Schermo. Tutti i modelli di GPS da bici hanno schermi a colori touchscreen o con tasti per navigare il menù e le diverse schermate.

A cosa serve il GPS in bicicletta

Avere un GPS in bicicletta non serve più solo a conoscere in ogni momento la propria posizione, ma anche ad avere in anticipo informazioni importanti sul percorso e a raccogliere dati importanti sulla performance sportiva. Personalizzando la schermata principale, è possibile monitorare in tempo reale:

  • Velocità istantanea;
  • Km percorsi;
  • Dislivello in salita;
  • Temperatura esterna;
  • Pendenza della strada.

Scegliendo un modello di GPS da bicicletta dotato di appositi sensori, è possibile monitorare anche alcuni dati biometrici e alcuni aspetti qualitativi della performance sportiva come:

  • Frequenza cardiaca;
  • Cadenza di pedalata;
  • Velocità di pedalata;
  • Potenza applicata sui pedali durante il giro.