stretching-statico-del-piriforme

01 - Ago

Piriforme: ecco 3 esercizi di stretching statico consigliati

Quando si soffre della sindrome del piriforme si accusano dolori nella zona lombare derivanti da una compressione meccanica a carico del nervo sciatico, da parte del piriforme. Questo è un muscolo di forma triangolare localizzato sull’osso sacro. Un piccolo rimedio, ma efficace, consiste nel praticare lo stretching statico: ecco 3 esercizi consigliati.

Lo stretching statico

Si tratta di una particolare tecnica di allungamento del muscolo che permette la sua completa distensione. I benefici sono riscontrabili in termini di diminuzione della sensibilità dei ricettori di tensione. Gli esercizi di stretching dunque, sono mirati al raggiungimento della massima distensione del muscolo e alla sua corretta ossigenazione. È consigliabile effettuarlo dopo un allenamento, quando il corpo è a risposo, piuttosto che prima del workout. Come tecnica di riscaldamento pre allenamento, infatti, è preferibile lo stretching dinamico.

3 esercizi ad hoc

  1. Disponete sul pavimento un tappetino e, con la schiena poggiata a terra, in posizione supina, prendete il ginocchio destro con le mani, appoggiando il piede sinistro sul ginocchio destro. Portatelo verso il torace e mantenete questa posizione per almeno 10 secondi. Tornate gradualmente in posizione di partenza e ripetete con l’altra gamba.
  2. Sempre rimanendo sul tappetino, sdraiatevi con le gambe distese e piegate la gamba destra verso l’interno coscia e la gamba sinistra verso l’esterno. Mantenete questa posizione per 5 secondi e poi effettuate il tutto con l’altra gamba.
  3. Mettetevi seduti con il piede destro sulla coscia sinistra, premendo leggermente sul ginocchio della gamba che state allungando. Mantenete la posizione per 30-60 secondi e poi ripetete con l’altra gamba.

Questi esercizi di stretching statico vi daranno sollievo in caso di dolore nella zona del gluteo, della coscia e del ginocchio. L’importanza di allungare questi muscoli si riscontrerà, non solo nell’attività fisica, ma anche nel normale svolgimento delle attività quotidiane, perché stirando il muscolo del piriforme si andrà a recuperare il normale movimento di adduzione-intra-rotazione del femore.

Articoli correlati
Low angle photo of young couple  jogging outdoor in park

10 - Apr

Correre per dimagrire: ecco un semplice programma di running in 3 mosse

Con l’arrivo della primavera non c’è niente di meglio di un’attività fisica outdoor per mantenersi in forma. Se iniziate a […]

Leggi tutto »
running-quando-cambiare-le-scarpe

28 - Giu

Corsa: come capire quando dovete cambiare le scarpe da running

A ciascuno il suo, vale anche per il running che deve essere praticato indossando delle scarpe adatte. Chilometri e chilometri […]

Leggi tutto »