errori runner conseguenze traumatiche

10 - Mag

I 6 sbagli più frequenti del runner e le loro conseguenze traumatiche

Gli errori che si compiono nel running non sono solo quelli che incidono sulle performance del podista. Sono anche quegli sbagli e quelle cattive abitudini che hanno, come diretta conseguenza, il trauma.

Senza l’ausilio di un trainer esperto, gli errori che si possono commettere nel running sono tantissimi e interessano vari ambiti: a partire dalla tecnica di corsa, per passare alla postura e finire con la frequenza e l’intensità dell’allenamento.

Di seguito, gli errori più comuni del runner e i rischi ai quali si va incontro:

  1. Appoggio sul tallone – Chi poggia sulla parte posteriore del tallone è esposto a problematiche come l’infiammazione della fascia plantare o alla sindrome bandelletta.
  2. Spostamento delle spalle in avanti – Un errore di postura che porta a spostare eccessivamente il baricentro in avanti. Uno sbaglio che potrebbe provocare il mal di schiena.
  3. Appoggio sull’avampiede – Chi corre in punta dei piedi può imbattersi in alcuni dei dolori più tipici del runner: mal di schiena, lesioni ai polpacci ed eccessivo affaticamento.
  4. Avambracci sollevati – Una postura errata che comportando la tensione di tutti i gruppi muscolari superiori può causare l’affaticamento di braccia, spalle e collo.
  5. Eccessiva torsione del busto – Accade a chi non bilancia il movimento delle gambe con quello delle braccia. La conseguenza è un appoggio instabile che può portare a vari infortuni per caduta o errato appoggio del piede.
  6. Corsa a testa bassa – Un errore di postura che scarica gli impatti con il terreno sull’arco cervicale. La conseguenza può essere un torcicollo o una contrattura cervicale.
Articoli correlati
esercizi da seduti anziani per le gambe

08 - Ago

Esercizi da seduti: il rinforzo delle gambe per gli anziani

Gli esercizi per il rinforzo dei muscoli delle gambe sono un’attività fondamentale per gli anziani. È uno dei modi per […]

Leggi tutto »
omega3-omega6-infiammazione

07 - Mar

Infiammazione: il giusto rapporto fra omega 6 e omega 3 aiuta a contrastarla

Alimentazione e benessere hanno una strettissima correlazione. Per assicurare un buon funzionamento del nostro corpo, vi sono delle sostanze che […]

Leggi tutto »