running-menisco

16 - Ott

Rottura del menisco nel running: scopriamo di più su sintomatologia e cura

La rottura del menisco è un vero e proprio spauracchio per i runner. Si tratta di una tipologia di infortunio solitamente attribuita a sportivi come calciatori o sciatori. Invece anche in chi pratica running è piuttosto frequente e comporta un lungo stop. La rottura del menisco può interessare sia un podista di esperienza con un importante chilometraggio nei piedi, che un giovane runner fresco di trial e maratone.

Scopriamo insieme sintomatologia e cura dei fastidi legati al menisco nel running.

Mai sottovalutare i fastidi a carico del ginocchio: la sintomatologia

Tra i traumi che determinano il dolore al ginocchio, la rottura del menisco è piuttosto frequente nel running. La sintomatologia legata a questo tipo di fastidio, nel caso di una lesione totale o parziale della cartilagine, si manifesta a seconda dell’entità della lesione:

  • Dolore localizzato nella parte interna o esterna del ginocchio;
  • Cedimento del ginocchio;
  • Blocco articolare;
  • Scricchiolio dell’articolazione associato a dolore con conseguente incapacità di estendere o flettere completamente l’articolazione;
  • Infiammazione della membrana con produzione di liquido che si raccoglie nella cavità articolare (idrarto);
  • Rigonfiamento ai lati del tendine rotuleo.

La tipologia del dolore è un perfetto indicatore della lesione al menisco: se esterna o interna. È anche utile ricordare il movimento effettuato durante l’evento traumatico. Se il dolore compare in extrarotazione della tibia sul femore con ginocchio flesso di 90°, la lesione potrebbe più facilmente essere mediale (interno), in caso contrario è laterale.

Nei casi più lievi, potete tenere a bada il fastidio con degli antidolorifici in grado di smorzare il dolore.

Dolore al ginocchio: come riconoscere il disturbo? Le lesioni della mezzaluna cartilaginea possono essere di diverse entità ed essere influenzate anche dalla conformazione del ginocchio. Ad esempio, i runner con ginocchio varo o valgo sono più esposti a questo tipo di infortunio. La forma del ginocchio, dunque, ha la sua responsabilità. Le lesioni del menisco mediale sono più frequenti dopo la rottura del legamento crociato anteriore.

Come intervenire nel caso di rottura del menisco

Quando il menisco è interessato da una rottura o disinserzione della capsula, la parte non si rinsalderà senza interventi, dal momento che sarà avascolarizzata. Per rintracciare e diagnosticare il tipo di lesione è quindi necessario procedere ad una risonanza magnetica. Nei casi più seri l’operazione risolutiva sarà poco invasiva e avverrà in artroscopia. Viene rimossa solo la lesione, risparmiando quindi gran parte del menisco. In alternativa, i problemi al menisco nel running costringono a ridurre il chilometraggio e a selezionare percorsi che sollecitino poco il ginocchio. Spesso i runner impavidi continuano a correre con il menisco rotto, specie quando possiedono una muscolatura della coscia molto sviluppata. Il potenziamento del quadricipite permette di ritardare infatti l’intervento chirurgico.

I nostri consigli: prestate attenzione al terreno e alle scarpe

Nel running un aspetto importante è anche la location del workout: i podisti che si allenano su terreni sconnessi, irregolari e con ripide discese, sono di gran lunga più esposti alla rottura del menisco, rispetto a quanti, invece, corrono su superfici omogenee e in pianura.

Un altro fattore cruciale è poi il change delle scarpe da running. Chi aspetta troppo ad effettuare il cambio e si allena con le stesse scarpe per un lungo periodo di tempo, senza badare al chilometraggio, è un soggetto più a rischio.

Articoli correlati
Stretching prima o dopo gli allenamenti

16 - Set

Potenziamento e prevenzione: lo stretching prima o dopo gli allenamenti?

L’importanza dello stretching è nota a tutti gli sportivi, siano essi amatoriali o professionisti. Ma esiste una questione sulla quale […]

Leggi tutto »
postura ciclismo

13 - Nov

Ciclismo e salute: i 5 rischi di una postura non corretta in bici

Per gli allenamenti che richiedono movimenti ripetitivi e obbligati, come nel ciclismo, i rischi di lesioni importanti dipendono anche dalla […]

Leggi tutto »