Patologie tipiche ciclismo

11 - Mar

Quando il ciclismo fa male: ecco le 5 patologie tipiche del ciclista

Il ciclismo è sicuramente uno sport che può donare tanti benefici (qui ve ne presentiamo 8). Tuttavia, come ogni altra attività fisica, il rischio d’infortuni è sempre in agguato, soprattutto qualora non si rispettino alcune semplici accortezze che evitano i traumi più diffusi tra i ciclisti.

Per capire quali sono i dolori più comuni in chi pratica ciclismo e come evitarli, ecco una breve ma esaustiva lista dei 6 rischi legati alla bicicletta.

Sindrome della banda ileotibiale – Ciclismo e running condividono senz’altro molti dolori. Quello al lato esterno del ginocchio è sicuramente uno dei mali in comune. Generalmente è un fastidio che inizia durante l’allenamento e peggiora quando s’interrompe l’attività. Per evitare d’incorrere nella sindrome della banda ileotibiale nel ciclismo è importante rinforzare i muscoli dei fianchi e dei glutei, quelli del ginocchio e mantenere la postura corretta durante la pedalata.

Dolore patello-femorale – È un dolore che si riscontra nella parte frontale del ginocchio, attorno all’area della patella. Il dolore si riscontra generalmente dopo l’allenamento in bicicletta. È sintomatico di un danno o un’infiammazione da frizione tra l’osso e la cartilagine ed è spesso causato da sovraccarico funzionale, ma le cause possono essere molteplici. Per evitare questo tipo di trauma sportivo è consigliabile modulare sempre gli allenamenti a seconda della reale preparazione atletica e rinforzare gradualmente i muscoli del ginocchio.

Dolore alla schiena (zona lombare o sciatica) – Un dolore diffuso tra i ciclisti è sicuramente quello alla schiena. È dovuto alla particolare posizione che deve essere mantenuta anche per lungo tempo nella pratica del ciclismo. Per evitare questo fastidio da imputare ai muscoli della schiena o all’infiammazione del nervo sciatico (sciatalgia) è bene investire bene nel telaio della bicicletta. Le proporzioni giuste a seconda dell’altezza del ciclista sono parti fondamentali della formula per evitare gli infortuni nel ciclismo.

Intorpidimento delle dita – Esistono tre diverse sindromi legate all’attività ciclistica che riguardano il polso e che sono causate dalla postura della mano e dalle sollecitazioni sul manubrio. Leggete l’approfondimento di Sempre Attivi per scoprire le tre cause dell’intorpidimento delle dita nel ciclismo e come prevenirle.

Dolore all’anca o all’inguine – Anche in questo caso, i dolori all’anca o all’inguine imputabili all’attività ciclistica possono essere causati da tre patologie. Postura scorretta e sovraccarico sono gli errori da evitare.

Se queste sono le patologie più frequenti durante la normale attività ciclistica, tutt’altra storia riguarda i traumi tipici imputabili agli incidenti in bici. Nonostante quanto detto sopra, soprattutto quando praticato con continuità e senza esagerare, il ciclismo rimane uno degli sport più sicuri dal punto di vista dei dolori e delle patologie collegate.

Articoli correlati
Rischi di una vita sedentaria

13 - Gen

Rischi di una vita sedentaria: 7 buoni motivi per rimanere sempre attivi

Una vita attiva, che non mette mai lo sport in secondo piano, non è solo una gratificazione estemporanea e un […]

Leggi tutto »
Fisico più forte terza età

09 - Mar

Attività fisica nella terza età: 6 minuti per un fisico più forte

L’attività fisica nella terza età porta con sé molti vantaggi. Primo tra tutti quel senso di benessere generale che deriva […]

Leggi tutto »