overtraining cosa fare

Che cosa fare in caso di overtraining? I 5 consigli da seguire

Stanchezza, dolori muscolari, insonnia, irritabilità, diminuzione dell’appetito: questi sono alcuni dei sintomi principali dell’overtraining, o affaticamento muscolare. Che cosa fare per riportare l’attività fisica sui livelli soliti? Basta seguire questi cinque consigli.

  1. Riposarsi

Quando l’intensità e la frequenza dell’allenamento cominciano a essere eccessive per il proprio tono muscolare e la propria resistenza fisica, la primissima cosa da fare è concedersi un po’ di riposo. Riposo che significa astenersi dall’attività fisica per un periodo minimo di cinque giorni. Passati i cinque giorni, si può riprovare a praticare attività fisica ma con moderazione, così da vedere come reagisce l’organismo.

  1. Dormire

Tra le cause di un possibile sovrallenamento, può esserci carenza di sonno. Dormire un giusto numero di ore, infatti, garantisce il recupero del metabolismo, dei tessuti e della mente. A volte è sufficiente andare a dormire un po’ prima. Se non si riesce a prendere sonno, uno dei motivi potrebbe essere l’aver mangiato questi cibi.

  1. Rilassarsi

Quando il fisico è particolarmente stressato da periodi di allenamento molto intensi, ne porta, per così dire, i segni addosso. Un ottimo modo per scrollarsi di dosso questi segni è sottoporsi a dei massaggi, che rilassano i muscoli e contribuiscono a eliminare l’eventuale acido lattico in eccesso. Anche un bel bagno caldo può dare il proprio contributo a far rilassare l’organismo.

  1. Mangiare

Un’alimentazione giusta e corretta è sempre un toccasana, in qualsiasi circostanza, e l’overtraining non fa certamente eccezione. In caso di affaticamento muscolare, occorre un’alimentazione completa e bilanciata che preveda l’assunzione di:

  • Grassi;
  • Proteine;
  • Carboidrati;
  • Fibre;
  • Vitamine.
  1. Prevenire

Il modo migliore per gestire un affaticamento muscolare è prevenirlo. Per riuscirci, occorre:

  • Dormire un numero di ore adeguato, così da permettere a corpo e mente di recuperare;
  • Idratarsi sempre, recuperando i sali minerali persi;
  • Evitare l’ansia da prestazione;
  • Evitare di sottoporsi a sedute di allenamento eccessive;
  • Tenere sotto controllo i valori metabolici e cardiaci;
  • Organizzare il piano di allenamento in modo da prevedere anche dei necessari momenti di riposo/recupero.

Stanchezza, dolori muscolari, insonnia, irritabilità, diminuzione dell’appetito: questi sono alcuni dei sintomi principali dell’overtraining, o affaticamento muscolare. Che cosa fare per riportare l’attività fisica sui livelli soliti? Basta seguire questi cinque consigli.

  1. Riposarsi

Quando l’intensità e la frequenza dell’allenamento cominciano a essere eccessive per il proprio tono muscolare e la propria resistenza fisica, la primissima cosa da fare è concedersi un po’ di riposo. Riposo che significa astenersi dall’attività fisica per un periodo minimo di cinque giorni. Passati i cinque giorni, si può riprovare a praticare attività fisica ma con moderazione, così da vedere come reagisce l’organismo.

  1. Dormire

Tra le cause di un possibile sovrallenamento, può esserci carenza di sonno. Dormire un giusto numero di ore, infatti, garantisce il recupero del metabolismo, dei tessuti e della mente. A volte è sufficiente andare a dormire un po’ prima. Se non si riesce a prendere sonno, uno dei motivi potrebbe essere l’aver mangiato questi cibi.

  1. Rilassarsi

Quando il fisico è particolarmente stressato da periodi di allenamento molto intensi, ne porta, per così dire, i segni addosso. Un ottimo modo per scrollarsi di dosso questi segni è sottoporsi a dei massaggi, che rilassano i muscoli e contribuiscono a eliminare l’eventuale acido lattico in eccesso. Anche un bel bagno caldo può dare il proprio contributo a far rilassare l’organismo.

  1. Mangiare

Un’alimentazione giusta e corretta è sempre un toccasana, in qualsiasi circostanza, e l’overtraining non fa certamente eccezione. In caso di affaticamento muscolare, occorre un’alimentazione completa e bilanciata che preveda l’assunzione di:

  • Grassi;
  • Proteine;
  • Carboidrati;
  • Fibre;
  • Vitamine.
  1. Prevenire

Il modo migliore per gestire un affaticamento muscolare è prevenirlo. Per riuscirci, occorre:

  • Dormire un numero di ore adeguato, così da permettere a corpo e mente di recuperare;
  • Idratarsi sempre, recuperando i sali minerali persi;
  • Evitare l’ansia da prestazione;
  • Evitare di sottoporsi a sedute di allenamento eccessive;
  • Tenere sotto controllo i valori metabolici e cardiaci;
  • Organizzare il piano di allenamento in modo da prevedere anche dei necessari momenti di riposo/recupero.