running errori frequenti nella corsa

04 - Apr

Gli sbagli del runner: 10 errori da evitare per correre meglio

Quando ci si approccia per la prima volta alla corsa, lo si fa il più delle volte con un po’ d’incoscienza. Sembra uno sport semplice da praticare: cosa c’è di più naturale del correre. I primi dubbi insorgono, generalmente, con i primi dolori o i primi traumi più o meno seri. Cosa c’è di sbagliato nel mio modo di correre? Quali errori sto commettendo? Sono domande legittime che possono aiutare il runner a evitare che un’attività salutare e perfetta per la sua flessibilità diventi causa d’infortuni o di malessere.

Tuttavia, gli errori che si compiono più frequentemente nella pratica della corsa non interessano solo i neofiti di tale sport. Anche gli esperti incorrono negli stessi sbagli di valutazione.

Ecco 10 errori da evitare se si vuole continuare a correre bene.

  1. Saltare il riscaldamento – Il riscaldamento è una fase importante che andrebbe considerata come parte integrante della sessione di allenamento e non come un elemento opzionale. Continuate a leggere SempreAttivi per scoprire quali sono i vantaggi del riscaldamento prima della corsa e quali gli esercizi consigliati.
  2. Trascurare l’idratazione – Soprattutto durante i mesi invernali è facile dimenticarsi di dotare il nostro corpo della giusta scorta di liquidi e di sali minerali necessari ad affrontare un allenamento intenso come la corsa. Uno sbaglio che può costare caro, ma che può essere prevenuto soprattutto qualora se ne conoscano i sintomi.
  3. Abbigliamento eccessivo – Un errore che può essere evitato anche grazie al riscaldamento è l’abbigliamento eccessivo. Uno sbaglio che si commette soprattutto nei mesi freddi, che non ci permettono di valutare quale sarà la nostra percezione della temperatura esterna quando l’allenamento sarà in fase avanzata. Meglio soffrire un po’ di freddo prima, che sudare eccessivamente dopo.
  4. Andare oltre – La corsa, come ogni altra attività sportiva, deve essere calibrata sulla preparazione fisica e sportiva dell’atleta. Un bilancio le cui somme devono essere tirate con coscienza, umiltà e senza ambizioni eccessive. Il rischio è quello legato all’overtraining. Oltrepassata la soglia del sovrallenamento, la corsa inizia a fare male. Quando si tratta di running vige la legge del mai troppo o troppo veloce.
  5. Affezionarsi alle scarpe – Le scarpe sono l’attrezzatura del runner. Vanno cambiate non appena sono consumate o hanno perso il loro potere assorbente degli impatti con il terreno. Il rischio di affezionarsi a un paio di scarpe da runner abusate è quello di favorire i traumi. Le scarpe devono essere in buone condizioni e devono essere scelte con criterio. Leggete il nostro approfondimento che vi aiuta a scegliere le scarpe più adatte al vostro stile di corsa.
  6. Respirare male – Il ritmo e l’intensità del respiro durante la corsa è un’arte che si apprende con l’esperienza. Bisogna sempre tenere a mente che l’ossigeno è uno dei carburanti fondamentali dei muscoli. Un respiro profondo aiuta a correre meglio.
  7. Eccessiva rigidità – Soprattutto quando si corre su terreni eccessivamente sconnessi, si tende a irrigidire alcuni muscoli per contrastare gli impatti. Collo, schiena, spalle e (ovviamente) gambe. Oltre a correre male, la rigidità muscolare è uno dei modi migliori per rischiare una lesione.
  8. Concentrarsi troppo sulla corsa – Al running contribuisce tutto il nostro corpo. Per questo motivo è saggio intervallare gli allenamenti con un cross training. Volete sapere di cosa si tratta? Leggete qui.
  9. Sottovalutare i traumi e continuare a correre – È vero: ogni runner ha i propri dolori, ma se si tratta di veri e propri traumi, è arrivato il momento di permettere al nostro corpo di porvi rimedio. Correre fa bene quando non fa male.
  10. Falcate troppo ampie – Se è vero che una falcata lunga ci porta più vicino alla nostra meta, è anche vero che ci porta anche vicini al prossimo trauma: è meglio mantenere un passo che ci permetta di rimanere ben bilanciati e di distribuire meglio l’impatto con il terreno e il peso del nostro corpo.

Questi sono alcuni degli errori più comuni compiuti dai runner di ogni grado di preparazione atletica. Evitarli significa continuare a correre a lungo e migliorare gradualmente e in modo sano le performance senza rischi per la salute.

Articoli correlati
Falesie più belle italia

10 - Giu

Arrampicare in Italia: le 10 falesie più belle per l’arrampicata sportiva

C’è chi non si ferma durante tutto l’anno e cerca le falesie migliori per arrampicare anche durante l’inverno. E poi […]

Leggi tutto »
Dolore stinchi corsa

28 - Mar

Dolore agli stinchi durante e dopo la corsa: cause e rimedi

Il dolore agli stinchi (destro o sinistro indifferentemente) durante e dopo la sessione di corsa è un fastidio riscontrato da […]

Leggi tutto »