Traumi sportivi

18 - Dic

Ghiaccio o caldo? Ecco quando utilizzare l’uno o l’altro per trattare i traumi sportivi

In molti non hanno dubbi: il primo trattamento di un trauma sportivo è l’impacco con il ghiaccio. Eppure, in alcuni casi, il freddo potrebbe peggiorare le cose. Quando utilizzare il calore e quando il ghiaccio come primo intervento per un incidente nella pratica dello sport? Ecco una breve guida per chiarire le differenze nel trattamento delle varie tipologie di trauma.

Agire subito per guarire prima

Il primo trattamento di un trauma sportivo è spesso ciò che fa la differenza tra una guarigione lenta e un recupero rapido. Tuttavia è fondamentale sapere cosa fare nell’immediato e avere a portata di mano i giusti rimedi.

Per i traumi che, fin da subito, risultano gravi è necessario far intervenire un professionista o consultare un medico. Nei casi di piccoli traumi o dolori ricorrenti, si possono osservare alcune linee guida generiche.

Quando trattare il trauma con il ghiaccio

In genere, gli impacchi con ghiaccio sono utili nei traumi acuti e le applicazioni devono avvenire nelle prime 48 ore dal trauma. Il freddo intenso può aiutare a limitare il gonfiore. Un’azione che ha un duplice effetto: attenuare la perdita di mobilità e il dolore causati dal processo infiammatorio. Inoltre, il freddo agisce da anestetico locale naturale, aiutando a sopportare l’inevitabile dolore.

È raccomandabile non applicare il ghiaccio direttamente sulla pelle e non utilizzarlo per più di dieci minuti senza interruzioni.

Quando utilizzare il calore

Quando il dolore o il fastidio sono cronici e imputabili a una contrazione non legata al gonfiore, il calore può aiutare a dilatare i vasi sanguigni e a far rifluire il sangue, rilassando i tessuti.

Il segreto negli impacchi caldi è non esagerare con la temperatura e interrompere se il nostro corpo invia chiari segnali d’intolleranza: quando la pelle diventa rossa.

 

Fonte immagine: flickr.com/photos/ecmorgan/

Articoli correlati
benefici della palette nel nuoto

27 - Dic

Benefici e controindicazioni dell’uso delle palette da allenamento nel nuoto

L’impiego di palette da allenamento è piuttosto diffuso in molti corsi di nuoto a ogni livello. Tanto che le palette […]

Leggi tutto »
Rischi di una vita sedentaria

13 - Gen

Rischi di una vita sedentaria: 7 buoni motivi per rimanere sempre attivi

Una vita attiva, che non mette mai lo sport in secondo piano, non è solo una gratificazione estemporanea e un […]

Leggi tutto »