pallavolo-dolore-ginocchio

15 - Mar

Dolore al ginocchio nella pallavolo: cause, sintomi e trattamenti

Il salto: è questa la componente principale della pallavolo per quello che riguarda la fase d’attacco. Che si tratti di un allenamento, o di una partita, l’elevazione è il movimento che viene effettuato maggiormente e che più di frequente comporta infortuni a carico del ginocchio.  Facciamo chiarezza su quali possono essere le cause scatenanti del dolore al ginocchio, i sintomi e i possibili trattamenti post infortunio.

Il ginocchio del saltatore: cause e sintomi

Si tratta di una patologia piuttosto frequente nella pallavolo tra i saltatori specializzati nella fase d’attacco. La schiacciata è un’azione di gioco che richiede ripetute elevazioni e discese che mettono sotto scacco il ginocchio. Sia in fase di salto che di atterraggio, infatti, il giocatore effettua un movimento tale da sforzare il tendine rotuleo.

Da qui deriva uno stato d’infiammazione localizzata attorno al ginocchio che rischia di raggiungere la fase acuta proprio con l’attività fisica. Il dolore al ginocchio è causato da un processo lesivo del tendine rotuleo e il suo insorgere è generalmente legato a un sovraccarico del tendine. Attività esplosive come salti e scatti, movimenti tipici e ripetuti nella pallavolo, causano la tendinopatia rotulea.

Di solito si avverte un dolore al livello superficiale, ma localizzato, che tende ad aumentare sotto sforzo. In maniera particolare quando si effettuano salti e quando si assume la posizione in ginocchio. Il dolore che si prova, tastando la zona interessata, è spesso accompagnato da:

  • Arrossamento,
  • Gonfiore,
  • Sensazione di calore.

Nel caso di una lesione completa del tendine, il giocatore si trova nell’impossibilità di muovere la gamba e avverte un dolore intenso.

Come trattare il dolore al ginocchio

La prima raccomandazione è di sospendere immediatamente l’attività fisica, sia che si tratti di un allenamento, sia che si tratti di una gara. Somministrare antidolorifici è senz’altro un tipo di trattamento che contribuisce a ridurre l’eventuale gonfiore presente ed attenuare il dolore che, nel caso di una lesione seria, può essere piuttosto intenso. Nelle ore immediatamente successive all’infortunio, è utile applicare del ghiaccio nella zona interessata.

Una volta completata la terapia, dunque in una fase di ripresa, quando ormai cioè il dolore sta diminuendo, si possono effettuare degli esercizi di estensione completa della gamba: da seduti e con le ginocchia piegate a 90°, si va gradualmente a portare diritto il ginocchio colpito dal trauma per poi farlo ritornare nella posizione iniziale.

Potete anche effettuare delle estensioni del ginocchio contro resistenza: in piedi si possono effettuare delle estensioni del ginocchio colpito dal dolore, servendosi di un elastico che opponga forza, ma in modo graduale e controllato.

Articoli correlati
Esercizi per potenziare i lombari

21 - Mar

Potenziare i muscoli lombari: 5 semplici esercizi di potenziamento da fare in casa

I muscoli lombari sono i muscoli del mal di schiena: molto spesso la parte bassa della schiena viene infatti allenata […]

Leggi tutto »
Cosa sono i trigger point

06 - Dic

Trigger point: ecco cosa sono, come riconoscerli e perché fanno male

Può capitare che i muscoli risultino doloranti in aree ben specifiche e che, in alcuni casi, il dolore possa essere […]

Leggi tutto »