Unghie nere e corsa

29 - Apr

Corsa e unghie nere: le 5 precauzioni del runner

Le unghie nere del podista sono una patologia piuttosto diffusa tra i runner. La principale causa delle unghie nere tra chi pratica la corsa è il continuo impatto o sfregamento dell’unghia (soprattutto dell’alluce) con la punta della scarpa.

Quella dell’unghia nera (ematoma subungueale) è una lesione che, il più delle volte, non comporta dolore ed è spesso legata a un allenamento intensivo. Il trauma cessa o si attenua con il rallentamento degli allenamenti.

In alcuni casi può verificarsi la caduta dell’unghia interessata dall’ematoma: un fenomeno di cui non preoccuparsi (dato che l’unghia ricrescerà), ma contro il quale possono essere prese alcune precauzioni.

Le 5 cause dell’unghia nera del runner

Quando l’ematoma subungueale non è legato a un trauma da schiacciamento, le unghie nere del podista possono essere imputabili a cinque cause legate all’attività sportiva:

  1. Scarpe troppo strette;
  2. Scarpe troppo larghe;
  3. Unghie eccessivamente lunghe;
  4. Corsa su fondi scoscesi;
  5. Allenamento intenso.

Partendo da queste cause è possibile individuare le strategie preventive per evitare questa patologia.

5 precauzioni per evitare l’annerimento dell’unghia nella corsa

  1. La giusta misura – Utilizzare scarpe progettate per il running della giusta misura (né troppo strette, né troppo larghe) e adatte al proprio stile di corsa. Farsi consigliare da un esperto può aiutare a non commettere errori quando si acquistano le calzature per questo sport.
  2. La stagione conta – Un’altra strategia per prevenire il formarsi delle unghie nere è quella di utilizzare scarpe adeguate alla stagione. In estate, com’è facile intuire, il piede suda di più e tende a slittare contro la punta della calzatura.
  3. Questione di allacciatura – Allacciare bene le scarpe da corsa aiuta a evitare l’eccessivo sfregamento delle dita sulla punta della scarpa. È importante che il primo capo del laccio parta dal foro più vicino all’alluce di ciascun piede, per attraversare tutta l’area tra la lingua e l’allacciatura fino a raggiungere l’asola più vicina alla caviglia, dal lato opposto del primo foro d’entrata. Il secondo capo del laccio dovrà essere fatto passare in tutte le asole rimaste libere e, ove previsto, attraversare il passante sulla lingua. In questo modo, stringendo la scarpa, la punta in corrispondenza dell’alluce verrà leggermente sollevata dal primo capo del laccio.
  4. Unghie sempre in ordine – Mantenere le unghie (soprattutto degli alluci) corte è una strategia fondamentale per evitare l’ematoma sub ungueale.
  5. Calzini tecnici per il running – L’uso di calzini sintetici traspiranti, con protezioni pensate per il runner, può aiutare ad attutire l’impatto e la sfregatura dell’unghia sulla scarpa ed evitare che il sudore porti a un eccessivo scivolamento del piede. I calzini sono da rinnovare nel momento in cui il loro elastico non permetta più la perfetta aderenza con il piede e porti all’ammassamento sulla punta, aumentando la pressione sulle unghie.

Le unghie nere sono un corredo necessario di chi pratica la corsa? Non necessariamente. Osservando le precauzioni di cui sopra si può evitare efficacemente l’antiestetico ematoma sub ungueale del podista.

Articoli correlati
Benefici della ginnastica dolce per anziani

27 - Ott

Terza età attiva: i 5 benefici della ginnastica dolce per gli anziani

Vi abbiamo proposto 5 esercizi di ginnastica dolce per rimanere attivi a ogni età e in ogni condizione fisica. Quali […]

Leggi tutto »
infortuni sci, infortuni snowboard

27 - Nov

Snowboard e sci: gli infortuni più comuni e i falsi miti sugli incidenti

Senza dubbio tra gli sport invernali più praticati e amati, sci e snowboard sono tra le attività più divertenti e […]

Leggi tutto »