calcio-dolore-alla-caviglia

18 - Nov

Dolore e sport: quando il calcio fa male alla caviglia

Le partite di calcio e calcetto sono attività diffuse che, però, spesso non vengono prese in seria considerazione. Anche una semplice partita tra amici, infatti, può nascondere insidie, soprattutto per coloro che praticano saltuariamente tale sport e, per il resto del tempo, conducono una vita sedentaria. A rischio infortuni, principalmente le articolazioni di caviglia e ginocchio.

Nonostante ciò, il gioco sportivo più amato dagli italiani rimane un’ottima attività per mantenersi in allenamento, anche in età avanzata.

Le cause del dolore alla caviglia dopo la partita a pallone con gli amici

Scendere in campo in condizioni ben lontani da quelle ideali di fitness e l’impiego di attrezzatura non adeguata (come scarpe da ginnastica non specifiche per il calcio) sono i principali imputati di quel dolore alla caviglia che segue una partita di calcio con gli amici.

Le cause più comuni di questo dolore legato alla pratica del calcio possono essere varie:

  • La distorsione – La struttura dell’articolazione assume, anche per un breve attimo, una posizione innaturale, che porta allo stiramento dei legamenti.
  • Le lesioni muscolariContratture, stiramenti o strappi possono essere generati da movimenti bruschi, da sovraccarico funzionale o conseguenza di distorsioni.

La gravità del trauma sportivo

Nei casi più gravi, il dolore alla caviglia non è un semplice fastidio e si manifesta già sul campo di calcio, rendendo impossibile la ripresa della partita. La caviglia si gonfia già da subito e i movimenti scatenano dolori acuti. In questo caso è bene rivolgersi a un ortopedico con urgenza.

Qualora il dolore passi con il riposo, ma si ripropone con la partita successiva, anche il semplice fastidio alla caviglia non deve essere trascurato.

Prevenire le lesioni alla caviglia nel calcio

La sola partita di calcio e di calcetto dovrebbe essere un evento sporadico in una vita attiva. Qualora diventi l’evento occasionale in una vita sedentaria, i rischi d’incorrere in un trauma a caviglie e ginocchia aumenta.

Per tale motivo, si consiglia di:

  • Mantenere uno stile di vita attivo – L’allenamento costante è uno dei presupposti per evitare i dolori alle caviglie dopo la partita a calcio.
  • Rinforzo muscolare e articolare – Gli esercizi per rinforzare le caviglie sono fondamentali per garantire la tenuta della struttura articolare.
  • Riscaldamento – Per uno “sportivo saltuario”, il riscaldamento è ancora più importante che per un atleta professionista: “risveglia” il corpo e lo prepara all’attività fisica intensa. Per i consigli sulle attività da praticare in preparazione alla partita, leggete i consigli del nostro esperto, nell’approfondimento “Calcio e riscaldamento”.
  • Stretching – Gli allungamenti delle caviglie, praticati regolarmente a seguito di un riscaldamento aiutano a mantenere l’elasticità dei tessuti dell’articolazione.

Gli altri dolori del calcio

Il dolore alla caviglia non è l’unica problematica alla quale vanno incontro i giocatori più o meno assidui di calcio e calcetto. Ecco alcuni approfondimenti che potrebbero tornare utili:

Articoli correlati
benefici stretching anziani

07 - Dic

Sport e anziani: i benefici dello stretching nella terza età

Abbiamo visto quali sono gli esercizi di stretching consigliabili per gli anziani (e quelli sconsigliati). Tuttavia rimane da chiarire la […]

Leggi tutto »
vitamina d benefici

15 - Nov

Benessere e Vitamina D: i benefici e come assumerla naturalmente

Si sente sempre più spesso parlare di vitamina D e dei suoi numerosi benefici per il nostro organismo. Quali sono […]

Leggi tutto »