calcio-crampi-muscolari

27 - Mar

Calcio e crampi muscolari: cause e rimedi per contrastarli e prevenirli

È un dolore momentaneo, ma improvviso, che sorprende lo sportivo durante lo sforzo fisico: parliamo dei crampi muscolari. Sarà capitato soprattutto a chi pratica il gioco del calcio, avvertire un dolore acuto, in seguito ad una contrazione muscolare. Per saperne di più su questo fastidio che può bloccare il nostro abituale workout, o peggio ancora, una partita, analizziamo le cause e valutiamo i possibili rimedi in grado di contrastare il problema.

Le cause

L’insorgere dei crampi muscolari è da imputare principalmente ai seguenti fattori:

  • Fatica – Proprio per questa ragione è fondamentale effettuare sempre un adeguato riscaldamento e non spingersi mai oltre le proprie possibilità fisiche. Ciò significa aumentare solo progressivamente l’intensità e la durata dell’esercizio che state svolgendo.
  • Assenza di stretching – Al riscaldamento dovete sempre abbinare dello stretching, per allungare la muscolatura e renderla più elastica, effettuando degli esercizi mirati alla parte interessata dallo sforzo, nel caso del calcio, le gambe. Il dolore infatti si presenta al livello degli arti inferiori, interessando la muscolatura femorale e la zona del polpaccio.
  • Scarsa idratazione – Per non andare in riserva, non sottovalutate mai l’aspetto legato alla giusta quantità di liquidi da ingerire. Così pure, evitate accuratamente di assumere diuretici prima dell’allenamento o di una partita di calcio; rischiate la disidratazione.
  • Cattive abitudini alimentari – Non esagerate con le quantità. A ridosso del workout dovete evitare di fare pasti abbondanti e troppo conditi, almeno nelle 2 ore che precedono l’attività fisica.

Come contrastarli

Nell’eventualità in cui siate colpiti da crampi muscolari improvvisi, durante un allenamento o una partita di calcio, ci sono dei rimedi che possono aiutarvi ad arginare il fastidio.

  • Gli allungamenti – La contrazione intensa e involontaria che avverte lo sportivo quando è vittima di crampi, ci fa immediatamente allungare la zona del muscolo interessata. Una soluzione che può dare sollievo per qualche secondo. Nel caso del polpaccio, è sufficiente sdraiarsi con la gamba tesa e afferrare la punta del piede tirandola a sé. Se si tratta della coscia, caso frequente nel calcio, fatevi aiutare a spingere il ginocchio verso il basso.
  • Il massaggio – Anche massaggiare la zona muscolare coinvolta dal crampo, può contribuire a contrastare il dolore, cercando di contrarre il muscolo antagonista.
  • Il sale – L’equilibrio di acqua, sodio, potassio, calcio e magnesio è importante per evitare la contrazione muscolare non fisiologica, quella non naturale che provoca il dolore tipico dei crampi muscolari. Il sale, per chi pratica sport, gioca un ruolo importante perché si tratta di un minerale che, se a disposizione nelle giuste quantità, è in grado di minimizzare il fastidio dei crampi e massimizzare la prestazione sportiva.
Articoli correlati
nuoto-e-alimentazione

03 - Lug

Nuoto e alimentazione: ecco le 5 cose da sapere se praticate questo sport

Sport e alimentazione procedono di pari passo. Una dieta sana e corretta vi sostiene nel raggiungimento dei vostri obiettivi, di […]

Leggi tutto »
yoga per bambini

20 - Gen

Yoga per bambini: piccoli passi libertà e salute

Lo yoga per bambini è la vera risoluzione dell’espressività e dell’apprendimento. E’ una disciplina orientale che affonda le sue origini […]

Leggi tutto »