bici-dolore-ginocchio-esterno

31 - Mag

Bici e dolore al ginocchio esterno: cause e rimedi

Che sia MTB o semplice bici, questa tipologia di sport apporta diversi benefici tra cui: l’aumento della capacità respiratoria, un aiuto per il metabolismo e un workout divertente e piacevole, perché spesso si pratica all’aria aperta. Un problema tipico che però può scatenare è quello del dolore al ginocchio esterno. Analizziamo insieme cause e rimedi.

Bici e dolore al ginocchio

Il ginocchio è particolarmente sollecitato al livello di tendini, legamenti e cartilagini. Il dolore lungo la parte esterna è provocata generalmente da un sovraccarico di lavoro che grava sull’articolazione. Ogni volta che il ginocchio viene flesso, sulla rotula viene esercitata una pressione che tende a crescere man mano che la flessione è massima. Nel corso della pedalata in bici viene realizzata una flesso estensione ritmica del ginocchio, sulla base dei carichi effettuati. Quando si ha la sindrome della bandelletta ileo tibiale, per esempio, si va incontro ad una minore stabilità laterale del ginocchio, generata da una frizione tra la bandelletta appunto, e il condilo laterale del femore.

Le cause del dolore

Diversi sono i fattori esterni che possono favorire l’infiammazione dell’articolazione, le tendinopatie o le borsiti. Stile di vita, età, infortuni precedenti e intensità di allenamento, incidono notevolmente. In merito al ciclismo i problemi possono derivare da errate impostazioni della bici, da una gestione del workout poco accorta o da una ridotta flessibilità muscolare.

  • Lo stress maggiore a carico di rotula e tendine rotuleo è spesso provocato da un livello della sella troppo basso. Questa situazione costringe il ginocchio a lavorare in tensione durante il corso della pedalata.
  • Anche la sella troppo alta porta il ciclista a stendere la gamba eccessivamente o addirittura a stirarla. Così facendo i tendini del ginocchio si allungano e le cartilagini si logorano. L’articolazione è portata a realizzare una traiettoria a otto, compressa sulla zona laterale.
  • Posizionare la sella in avanti permette di esprimere potenza durante la pedalata ma, altresì, sovraccarica l’articolazione.

Cosa fare

Il ginocchio del ciclista impone un trattamento specifico che consiste soprattutto in una periodo di risposo durante la fase acuta. Potete assumere degli antidolorifici per contrastare inizialmente l’infiammazione ed il dolore. Una volta accertata la problematica, tramite ecografia, si procede con un processo di riabilitazione che comprende:

  • Rieducazione alla corretta postura, per ristabilire l’equilibrio muscolare;
  • Terapia con trattamento sulla fascia interessata;
  • Esercizi di stretching e auto trattamento.

Tutto questo servirà a sfiammare il ginocchio ed eliminare il dolore che, se la problematica è importante, può essere piuttosto persistente. Il fisioterapista dovrà lavorare in particolare sul rinforzo di quei muscoli che determinano un movimento scorretto della rotula.

Articoli correlati
lavorare troppo depressione e altri rischi

11 - Lug

Workaholic? La depressione e gli altri rischi del lavorare troppo

Lavorare troppo fa male. Non è una novità. Tuttavia quali sono i rischi per la salute ai quali vanno incontro […]

Leggi tutto »
quando cambiare le scarpe da corsa

06 - Set

Quando cambiare le scarpe da corsa? I 5 indizi che ci fanno dire addio alle running shoes

Il rapporto tra il runner e le proprie scarpe è uno di quelli speciali. Assieme si percorrono tanti chilometri, si […]

Leggi tutto »