telefonini-e-sonno

05 - Dic

Telefonino cellulare e sonno: quello schermo che non ci fa dormire

L’esposizione alle radiazioni dei monitor dei dispositivi elettronici è legata alla qualità del sonno? È una questione sulla quale la scienza si interroga da tempo. Tra gli indiziati per la privazione della qualità del riposo notturno, ci sono anche loro: gli onnipresenti telefonini cellulari. Gli indizi della loro colpevolezza sembrano non mancare e, per coloro che nutrono ancora qualche dubbio, ecco una nuova ricerca scientifica che mette in guardia sull’uso degli schermi (anche “smart”) soprattutto in orari notturni.

Con l’aumento dell’uso dei telefoni cellulari, diminuisce la qualità del sonno

L’ultima ricerca scientifica sul tema è quella della University of California, San Francisco. Il team di ricercatori ha dimostrato che l’uso degli smartphone è direttamente correlato con il sonno, causando:

  • Periodi di sonno più brevi (quantità);
  • Problemi nell’efficienza del sonno (qualità).

Il rischio d’incorrere in questi disturbi aumenta quanto più l’esposizione agli schermi dei telefonini avviene durante le ore serali e notturne.

L’elemento pericoloso nei telefonini

Ciò che rende pericolosi per il nostro sonno gli schermi degli smartphone (esattamente come quelli di Tv e computer) è la radiazione luminosa sui toni del blu. Si tratta di un noto soppressore della produzione di melatonina: la sostanza che regola il nostro ciclo di sonno e veglia.

I rischi della mancanza di sonno

Le scarse qualità e quantità di sonno rappresentano fattori di rischio per l’insorgenza di patologie rischiose, come l’obesità, le malattie cardiocircolatorie, depressione e diabete.

Consigli per riconquistare la qualità del riposo notturno

Per riconquistare una buona notte di sonno, tutto quello che serve è abbandonare le cattive abitudini (tra cui l’uso del telefonino prima di andare a letto) e creare una routine di accompagnamento verso il sonno. Per i nostri suggerimenti, leggete il nostro approfondimento “Consigli per dormire bene: 6 suggerimenti per riposare senza problemi”.

Articoli correlati
Attività fisica terza età

04 - Dic

Attività fisica nella terza età: scopriamo quali sono i 9 benefici di una vita attiva

L’attività fisica è una pratica che ha i suoi indubbi apporti positivi in ogni fase della vita. La cosiddetta Terza […]

Leggi tutto »
benefici-sport-acquatici

09 - Mag

Completi, divertenti e rilassanti: ecco i 5 benefici degli sport acquatici

Movimento di tutta la muscolatura, metabolismo attivo e relax. Sono le principali caratteristiche degli sport acquatici. Si tratta di un’attività […]

Leggi tutto »