sport-e-meditazione

24 - Gen

Sport e meditazione: analizziamo il loro rapporto in 4 punti

Allenamento costante, stile di vita sano e corretta alimentazione: cos’altro contribuisce ad ottenere un rendimento elevato nello sport? La meditazione è la risposta esatta. Un aspetto spesso poco considerato, infatti, è la concentrazione, quando invece si rivela cruciale per gli atleti e non solo professionisti. Ma vi sono diverse componenti che portano al successo gli sportivi. Analizziamo quindi il rapporto tra la meditazione e lo sport: ci sono 4 cose da sapere.

  1. La meditazione nello sport

Le tecniche di visualizzazione impiegate durante la meditazione contribuiscono a far raggiungere all’atleta, concentrazione e rilassamento. La pratica costante della meditazione nello sport, che sia prima o dopo un allenamento, oppure a ridosso di una gara importante, può apportare notevoli benefici.

Grazie alla meditazione nello sport, riuscirete ad aumentare la soglia del dolore o a sostenere ritmi più intensi di workout. Capita infatti che in una situazione di forte stress e sforzo fisico ci si concentri troppo sugli aspetti negativi. Ecco che la meditazione viene in soccorso favorendo il distacco della mente dalla situazione di disagio in cui si trovano gli sportivi.

La meditazione nello sport ha tra gli altri obiettivi quello di restituire all’atleta il controllo della situazione. Potrete osservare infatti, come il corpo riesca a lavorare intensamente nelle fasce muscolari interessate, rilassando invece, quelle non utilizzate. Tutto ciò si traduce per gli sportivi in un vantaggio notevole, in termini sia di prestazioni che di presenza mentale.

  1. La meditazione per ridurre i livelli di stress

Specie per gli sportivi di alto livello la meditazione riveste un ruolo cruciale. I livelli di stress durante una gara possono incidere negativamente sulle prestazioni sportive. Ecco che la meditazione, a ridosso di una competizione, aiuta a ridurre i livelli di ansia, favorendo concentrazione e serenità. Prontezza di riflessi, lucidità e rilassamento sono gli ingredienti principali per condire una buona performance.

  1. L’importanza di una pratica costante

Praticare regolarmente la meditazione nello sport, fa sì che possiate ottenere dei risultati ottimali, padroneggiando alcune tecniche, non solo di rilassamento, ma anche motivazionali. Lo sport contribuisce alla rigenerazione del corpo grazie all’esercizio fisico combinato ad un’alimentazione sana e bilanciata. Nella meditazione, altrettanta importanza riveste la rinascita mentale e psicologica: potete rigenerare le cellule anche grazie ad uno stato mentale e fisico positivo ed energico. E tutto questo è anche generato dalla meditazione.

  1. Resistenza e concentrazione

Alcuni atleti ricorrono alla meditazione combinata alle tecniche di visualizzazione per aumentare la resistenza. La meditazione infatti, migliora la percezione dell’esercizio fisico che comporta sforzo, come la corsa sulle lunghe distanze, le maratone o il ciclismo. La meditazione, inoltre, aumenta la consapevolezza di sé e quindi anche la concentrazione. Riuscirete a filtrare i rumori e a liberare la mente.

Articoli correlati
Correre nel caldo

21 - Giu

Sport d’estate: 10 consigli per correre con il caldo

Quando il primo caldo e l’afa arrivano, anche il runner più esperto può accusare un affaticamento eccessivo. Correre con il […]

Leggi tutto »
Allenamento costante

03 - Ago

Consigli per i runner: 3 allenamenti di cross training

Abbiamo già visto cos’è e qual è l’importanza del cross training nello sport. Grazie a questo tipo di allenamento, il […]

Leggi tutto »