sarcopenia-e-alimentazione

Sarcopenia e alimentazione: la dieta per combattere la perdita di massa muscolare

Abbiamo già parlato sul nostro magazine della sarcopenia, un disturbo che provoca la perdita di massa muscolare. Si tratta di un processo naturale che si verifica con l’avanzare dell’età. Approfondiamo ora il rapporto che esiste tra la sarcopenia e l’alimentazione.

Cos’è la sarcopenia

Il volume della muscolatura tende a ridursi a partire dai 40 anni, divenendo sempre più evidente nella terza età. La sarcopenia è un processo che può essere favorito da uno stile di vita sedentario, da traumi muscolari, malattie o interventi chirurgici.

Il risultato è una scarsa tonicità del fisico, con sensazione di debolezza e, nei casi più seri, di mobilità limitata.

Uno degli aspetti che colpisce un soggetto che soffre di sarcopenia è senz’altro il rallentamento del metabolismo. Un fattore che influenza direttamente l’alimentazione.

Sarcopenia e alimentazione

Esordiamo col dire che un’alimentazione insufficiente o inadeguata può contribuire allo sviluppo della sarcopenia, andando ad inficiare aspetti importanti come la massa e la funzionalità muscolare.

Le interazioni tra i fattori nutrizionali e la massa muscolare, sottolineano quanto sia cruciale il ruolo della nutrizione, sia nella prevenzione della sarcopenia sia nel miglioramento della condizione.

Attraverso una dieta corretta, sana e bilanciata, dobbiamo poter fornire al nostro corpo un apporto energetico adeguato e la giusta quantità di proteine. E questo perché una dieta povera di amminoacidi essenziali, influisce sulla sintesi delle proteine muscolari.

Anche la vitamina D svolge un’azione significativa per la funzionalità muscolare e la sintesi di nuove proteine. Così pure i livelli di antiossidanti, come il beta carotene, che proteggono i muscoli dal danno ossidativo. Last but not least: gli omega-3 che diminuiscono il livello di infiammazione tissutale.

Una dieta nutriente quindi, dovrebbe contemplare un importante apporto di fibre, proteine (anche vegetali), fitosteroli e polifenoli, aminoacidi, acidi grassi essenziali, antiossidanti, omega-3, sali minerali e vitamine, coenzima Q10, steroli, selenio, acido folico e ferro. Tutto questo può essere ulteriormente integrato da supplementi proteici prescritti dal vostro medico specialista.

Via libera dunque a cibi come il pesce, il formaggio fresco, le lenticchie, il sesamo e le arachidi.

Una costante attività fisica aerobica contribuisce a minimizzare i danni della sarcopenia e dunque è un prezioso strumento di prevenzione e cura, sia per gli uomini che per le donne. Potete camminare, fare una corsa blanda, nuoto o bicicletta. Associando una corretta alimentazione ad un’attività sportiva costante, potrete contrastare al meglio la sarcopenia.