Adolescenza e sport

02 - Nov

Salute donna: uno studio svela perché è importante fare sport in adolescenza

Parlando di salute, i benefici a lungo termine di una vita attiva sono stati posti in primo piano da sempre. Ma, quando è uno studio scientifico a occuparsene, si ha una conferma rassicurante e la possibilità di scoprire quali siano i reali vantaggi offerti dallo sport per il nostro benessere, non solo nell’immediato, ma anche nel futuro.

Un recente studio del Vanderbilt Epidemiology Center e Vanderbilt-Ingram Cancer Center di Nashville, USA, ha indagato la relazione tra l’attività sportiva praticata in adolescenza e le cause di mortalità (tra cui malattie cardiovascolari e cancro) tra le donne di mezz’età e di terza età. Lo studio è stato condotto su un campione di donne cinesi.

Sport in adolescenza per le donne: un buon inizio per una lunga vita

Lo studio ha riscontrato che la pratica di sport di squadra durante l’adolescenza delle donne, indipendentemente dall’attività fisica praticata successivamente, può avere un significativo impatto sull’abbattimento del rischio di morte negli anni successivi. Un abbattimento del rischio che si traduce in un meno 16% delle morti per cancro e meno 15% delle morti per cause generali.

“I nostri risultati – ha dichiarato Sarah J. Nechuta, coordinatrice della ricerca – supportano l’importanza della promozione della partecipazione agli esercizi in adolescenza ed evidenziano la fondamentale necessità d’introdurre, già dalla giovane età, la prevenzione delle patologie”.

Attività fisica in adolescenza, il tempo non è un alibi

Secondo lo studio citato, la quantità di sport da praticare durante l’adolescenza per abbattere significativamente il rischio di morte durante successive fasi della vita di una donna è alla portata di tutti. Si tratterebbe di un minimo di 1,3 ore a settimana. Un investimento davvero esiguo, per una posta in gioco così importante.

Il 20% di aspettativa di vita in più si guadagna in adolescenza

In 13 anni di monitoraggio la ricerca ha registrato 5.282 decessi, tra i quali 2.375 morti per cancro e 1.620 decessi da imputare a malattie cardiovascolari. Dopo aver analizzato i dati raccolti e aver effettuato i necessari aggiustamenti relativi ai fattori socioeconomici, i ricercatori hanno stabilito che le donne che da adolescenti hanno praticato sport, possono fare affidamento su un 20% di rischi di decesso in meno.

Articoli correlati
Piriforme infiammato

01 - Lug

Sindrome del piriforme, l’infiammazione, i suoi sintomi e gli esercizi giusti

La sindrome del piriforme è un’infiammazione causata da un muscolo dell’anca, situato all’altezza del gluteo, funzionale alla rotazione del femore […]

Leggi tutto »
sonno e recupero muscolare

10 - Ott

Il “quarto tempo” dell’allenamento: il sonno e il recupero muscolare

Riscaldamento, allenamento, stretching e… sonno. Ogni atleta che si rispetti sa bene quanto sia importante quest’ultima fase per mettere a […]

Leggi tutto »