metabolismo-lento-dieta

20 - Mar

Metabolismo lento: dieta corretta e attività fisica per risvegliarlo

Quando diventa difficile beneficiare di una corretta alimentazione e di un buon allenamento, è possibile che il nostro metabolismo proceda a rilento. Vediamo quindi cosa s’intende per metabolismo lento, quali sono i consigli alimentari per cercare di contrastarlo e che tipo di attività fisica svolgere per riattivarlo.

Cosa s’intende per metabolismo lento

Il metabolismo è l’insieme dei processi che consentono la scissione di molecole complesse, come quelle che introduciamo tramite l’alimentazione, in molecole semplici, e viceversa. Quando queste reazioni chimiche, che sono fondamentali per l’organismo perché producono energia e la bruciano, non funzionano a dovere, si parla di metabolismo lento.

I possibili fenomeni precursori di un rallentamento del metabolismo possono essere:

  • Tendenza ad accumulare chili di troppo;
  • Difficoltà a perdere peso;
  • Senso di affaticamento;
  • Senso di gonfiore.

Vi sono anche cause che provocano l’insorgere del metabolismo lento, e che quindi lo influenzano negativamente come:

  • Stile di vita sedentario;
  • Età;
  • Stati di stress.

Consigli alimentari per contrastare il metabolismo lento

Grazie all’alimentazione è possibile arginare il problema del metabolismo lento e risvegliarlo attraverso una dieta corretta. È consigliabile assumere una quantità maggiore di proteine rispetto ai carboidrati. Questo perché i primi vengono sintetizzati più rapidamente rispetto ai secondi. Inoltre, è una buona abitudine consumare più spuntini durante il giorno. Piccole dosi ma ripetute è la regola base per accelerare il metabolismo lento.

Attività fisica

Attività fisica e metabolismo lento hanno un rapporto direttamente proporzionale: più cresce la prima, più si accelera il secondo. Un ottimo tono muscolare, inoltre, aiuta a bruciare calorie, anche stando a riposo.

Durante lo sport, infatti, il metabolismo accelera e si mantiene tale anche nella fase successiva all’attività fisica. Per contrastare il metabolismo lento e quindi risvegliarlo è preferibile praticare un workout misto: l’attività anaerobica deve precedere quella aerobica. Via libera quindi a discipline come la corsa, il nuoto o il ciclismo, dopo aver eseguito esercizi a corpo libero, di tonificazione e pesi.

Anche modificare di frequente il vostro programma di allenamento contribuisce a favorire la corretta attività metabolica. Ricordate che uno stile di vita sedentario è nemico giurato del metabolismo lento. L’attività fisica deve essere quindi un elemento sempre presente, che non va mai trascurato. E se non avete tempo di praticare degli sport, sappiate che anche una buona mezz’ora di camminata veloce può aiutare il vostro metabolismo a correre più veloce, insieme a voi.

Articoli correlati
ballo-terza-eta-benefici

05 - Apr

Danza per la terza età: i 5 benefici del ballo

Il movimento fa bene al corpo e allo spirito, è risaputo. E allora quale migliore disciplina, se non il ballo, […]

Leggi tutto »
App gratis fitness

15 - Apr

5 App gratis per il fitness: la tecnologia a supporto del benessere

Tutti gli appassionati di sport hanno provato, almeno una volta nella vita, un’App dedicata al fitness per monitorare i propri […]

Leggi tutto »