fare sport quando si è raffreddati

Fare sport quando si è raffreddati: vantaggi e svantaggi

Fare o non fare sport quando si è raffreddati? Questo è il dilemma! Molti non rinunciano ad allenarsi con il freddo, in inverno e persino quando hanno l’influenza. Insomma, gli sportivi veri non temono nulla. Scopriamo in questo post se è davvero possibile non rinunciare al proprio workout, anche quando non si è in perfetta forma.

Ascoltare il proprio corpo

Sport e sana alimentazione sono il segreto per mantenersi in forma, ossigenare i tessuti, migliorare il funzionamento del sistema circolatorio, dimagrire e incentivare il buon umore.

La regola fondamentale è sempre quella dell’autovalutazione: ascoltate il vostro corpo e cercate di capire se il malessere che avvertite è di lieve o seria entità. A quel punto, potrete prendere la decisione se allenarvi oppure o no.

Non sempre fare movimento è vietato anzi, qualche volta può anche portare dei benefici. Un altro trucchetto per valutare se fare sport quando si è raffreddati è quello del collo: se i sintomi del malessere riguardano la parte alta del corpo, e precisamente dal collo a salire, è possibile che sudare non vi provochi problemi. Anche con il naso chiuso e starnuti potete fare sport!

Fare sport con il raffreddore: vantaggi e svantaggi

Tutti i malesseri devono essere verificati da un medico, anche nel caso di un “semplice” raffreddore. Detto questo, in assenza di febbre, i disturbi alle alte vie respiratorie non dovrebbero ostacolare l’attività fisica, fino ad impedirla.

Quando si è raffreddati è preferibile scegliere attività poco impegnative dal punto di vista fisico, per non esporsi ad un peggioramento dei sintomi. Gli sport outdoor per esempio, in inverno soprattutto, non sono una buona idea in quanto le temperature rigide potrebbero far precipitare una situazione fino a quel momento sotto controllo, e magari il raffreddore trasformarsi in influenza.

Gli sport sì!

Gli sport che non fanno male al corpo quando si è raffreddati, e che anzi possono garantire effetti benefici, sono tutte quelle discipline blande che non richiedono sforzi. E questo perché è necessario disporre delle energie sufficienti, utili a combattere sintomi e infezioni, riducendo così resistenza e forza fisica.

Sono efficaci tutti gli allenamenti che aiutano a regolare la respirazione, come lo yoga, il pilates, la ginnastica posturale e lo stretching. Aiutano a stimolare la vasodilatazione e a decongestionare. Quando si è raffreddati l’organismo dispone di bassi livelli di energia, perché utilizzate dalle difese immunitarie per contrastare l’indisposizione.

È consigliabile quindi effettuare una sana camminata che vi aiuterà a liberare il naso chiuso, almeno momentaneamente, grazie al movimento. Chi invece si sente molto strong, anche quando è raffreddato può cimentarsi con il running: alcuni podisti confermano che la corsa è una sorta di decongestionante naturale. Via libera anche a tutte quelle discipline che contemplano una respirazione corretta come lo stretching e la ginnastica dolce.

Fare o non fare sport quando si è raffreddati? Questo è il dilemma! Molti non rinunciano ad allenarsi con il freddo, in inverno e persino quando hanno l’influenza. Insomma, gli sportivi veri non temono nulla. Scopriamo in questo post se è davvero possibile non rinunciare al proprio workout, anche quando non si è in perfetta forma.

Ascoltare il proprio corpo

Sport e sana alimentazione sono il segreto per mantenersi in forma, ossigenare i tessuti, migliorare il funzionamento del sistema circolatorio, dimagrire e incentivare il buon umore.

La regola fondamentale è sempre quella dell’autovalutazione: ascoltate il vostro corpo e cercate di capire se il malessere che avvertite è di lieve o seria entità. A quel punto, potrete prendere la decisione se allenarvi oppure o no.

Non sempre fare movimento è vietato anzi, qualche volta può anche portare dei benefici. Un altro trucchetto per valutare se fare sport quando si è raffreddati è quello del collo: se i sintomi del malessere riguardano la parte alta del corpo, e precisamente dal collo a salire, è possibile che sudare non vi provochi problemi. Anche con il naso chiuso e starnuti potete fare sport!

Fare sport con il raffreddore: vantaggi e svantaggi

Tutti i malesseri devono essere verificati da un medico, anche nel caso di un “semplice” raffreddore. Detto questo, in assenza di febbre, i disturbi alle alte vie respiratorie non dovrebbero ostacolare l’attività fisica, fino ad impedirla.

Quando si è raffreddati è preferibile scegliere attività poco impegnative dal punto di vista fisico, per non esporsi ad un peggioramento dei sintomi. Gli sport outdoor per esempio, in inverno soprattutto, non sono una buona idea in quanto le temperature rigide potrebbero far precipitare una situazione fino a quel momento sotto controllo, e magari il raffreddore trasformarsi in influenza.

Gli sport sì!

Gli sport che non fanno male al corpo quando si è raffreddati, e che anzi possono garantire effetti benefici, sono tutte quelle discipline blande che non richiedono sforzi. E questo perché è necessario disporre delle energie sufficienti, utili a combattere sintomi e infezioni, riducendo così resistenza e forza fisica.

Sono efficaci tutti gli allenamenti che aiutano a regolare la respirazione, come lo yoga, il pilates, la ginnastica posturale e lo stretching. Aiutano a stimolare la vasodilatazione e a decongestionare. Quando si è raffreddati l’organismo dispone di bassi livelli di energia, perché utilizzate dalle difese immunitarie per contrastare l’indisposizione.

È consigliabile quindi effettuare una sana camminata che vi aiuterà a liberare il naso chiuso, almeno momentaneamente, grazie al movimento. Chi invece si sente molto strong, anche quando è raffreddato può cimentarsi con il running: alcuni podisti confermano che la corsa è una sorta di decongestionante naturale. Via libera anche a tutte quelle discipline che contemplano una respirazione corretta come lo stretching e la ginnastica dolce.