andare-a-cavallo-benefici

Equitazione: andare a cavallo comporta questi 5 indiscussi benefici

L’arrivo della bella stagione invoglia ad intraprendere attività fisiche all’aria aperta e tra gli sport outdoor trova ampio consenso anche l’equitazione. Natura, temperature miti e la motivazione giusta per cimentarsi in una nuova disciplina, potrebbero rappresentare l’incentivo perfetto. Scopriamo allora i 5 indiscussi benefici dell’andare a cavallo.

  1. Potenziamento muscolare. Andare a cavallo significa far lavorare diverse fasce muscolari, addominali in primis, ma anche dorsali, lombo-sacrali e muscoli del pube. Tutti questi muscoli si contraggono seguendo il ritmo della cavalcata. I benefici che ne trarrete saranno rivolti ad un evidente miglioramento del tono e dell’elasticità muscolare. Stesso discorso per gambe e glutei: andare a cavallo consente di potenziarli, aumentando anche la resistenza allo sforzo. Naturalmente il gesto di tenere le briglie tiene in allenamento anche i muscoli delle braccia, come gli scapolo-omerali, ma anche i bicipiti, i tricipiti e i muscoli del collo che accompagnano il movimento. Andare a cavallo insomma, sollecita tutti i muscoli e li tonifica, senza ingrossarli.
  2. Apparato cardiovascolare ok. I benefici dell’andare a cavallo si ripercuotono positivamente anche sulla salute del sistema cardiovascolare. L’equitazione giova infatti al cuore e ai vasi sanguigni. I battiti aumentano di pari passo alla velocità del cavallo, migliorando il sistema di pompaggio del sangue dal cuore ai vasi principali e ai capillari. Andare a cavallo vi aiuta a regolarizzare la pressione arteriosa e la ventilazione polmonare, è quindi una disciplina indicata per chi soffre di ipertensione perché coinvolgente a livello fisico ed emotivo, ma affatto stancante.
  3. Stress ko e riflessi al top L’equitazione è senz’altro uno sport rilassante. Andare a cavallo consente di allontanare le tensioni di tutti i giorni, staccando da problemi e ritrovando benessere psicofisico. Andare a cavallo infine, stimola l’attenzione, il senso dell’orientamento, i riflessi e l’agilità e rappresenta quindi un ottimo sport per i più piccoli, ma anche per i più grandi che soffrono di ansia.
  4. Il giusto equilibrio. L’equitazione comporta una variazione frequente dell’andatura nel corso della cavalcata, ragione per cui il corpo è sottoposto ad un continuo lavoro di messa in equilibrio che coinvolge tutti i sensi, oltre che l’intera muscolatura posturale. In particolare, rivestono una fondamentale importanza i muscoli lombosacrali che hanno il compito di sostenervi in equilibrio sulla sella. Questo comporta anche una sviluppata percezione del proprio corpo nello spazio, quindi una maggiore consapevolezza di sé, con conseguenti benefici sia sul piano fisico che psicologico.
  5. Dimagrire senza fatica. Bruciare calorie è l’obiettivo di quanti si tengono in forma con lo sport non rinunciando ai piaceri della tavola. Bene, andare a cavallo vi aiuterà anche a dimagrire, ma senza fatica. Potrete consumare almeno un paio di calorie all’ora per ogni chilo di peso, arrivando ad una decina in fase di galoppo e salti. Un’ora di equitazione vi farà bruciare quanto mezz’ora di running o di bici. Non male!