correre-con-il-freddo

22 - Nov

Correre con il freddo: 7 trucchi per un inverno di running

Per molti, il fattore temperatura è decisivo per la motivazione al movimento. Il freddo può scoraggiare i più a calzare le scarpe da running e affrontare la fatica in un outdoor climaticamente ostile. Una problematica che porta a minare la costanza dell’allenamento soprattutto in autunno e inverno.

Tuttavia, le basse temperature possono essere affrontate con serenità, grazie a piccoli escamotage che rendono la corsa gradevole anche nel cuore dell’inverno. Ecco, dunque, una risorsa utile anche a coloro che non vogliono interrompere gli allenamenti neanche durante le giornate dai climi più rigidi.

7 idee per una corsa contro il freddo

Di seguito, i consigli di Sempre Attivi per correre anche con il freddo, senza perdere la qualità delle performance e mettendosi al riparo da inconvenienti e infortuni.

  1. Soprattutto riscaldamento – Prima di correre durante l’inverno, il riscaldamento diventa ancora più fondamentale per due ordini di ragioni: ci aiuta a percepire meno il freddo e riscalda per bene i muscoli esposti alle basse temperature, per evitare infortuni.
  2. Pochi indumenti tecnici – La tentazione potrebbe essere quella di coprirsi a strati, andando dal più leggero al più pesante. Tuttavia, una soluzione del genere porterebbe a limitare la traspirazione: il sudore si condensa sulla pelle, aumentando la sensazione di freddo. Meglio pochi capi tecnici, ad hoc per il running nel periodo freddo. Inoltre è sempre bene tenere a mente che, non appena inizieremo a muoverci, la nostra sensazione della temperatura esterna cambierà radicalmente, facendoci percepire almeno 5 gradi in più.
  3. Al caldo le estremità – Un segreto fondamentale per mantenersi ben al caldo senza coprirsi eccessivamente è quello di mantenere alla temperatura ideale le estremità del corpo. Testa, mani e piedi devono essere parti del copro coperte adeguatamente con tessuti tecnici traspiranti.
  4. Il collo al coperto – Proteggere il collo, soprattutto nei running che si svolgono in giornate fredde e umide, è una strategia indicata per evitare di esporsi ai malanni stagionali. Meglio utilizzare i pratici scaldacollo che non stringono e non scivolano.
  5. La mascherina no – È sconsigliato utilizzare una mascherina per proteggere l’inalazione dell’aria fredda. Questo perché limita l’accesso di ossigeno, in favore dell’anidride carbonica. Infatti, lo scarto del processo di respirazione rimane intrappolato nella mascherina che non garantisce il sufficiente ricambio d’aria.
  6. Non preoccupatevi delle gambe – Evitate di coprire troppo le gambe: sarebbe inutile, dato che i grandi gruppi muscolari degli arti inferiori si riscalderanno presto con il movimento. Importante, per le gambe, è la fase del riscaldamento pre-corsa.
  7. Non dimenticate l’idratazione – Se d’estate l’idratazione è evidentemente fondamentale per la corsa, l’inverno questo collegamento può sembrare più labile. Eppure, l’assunzione di liquidi è ugualmente cruciale. Oltre a rifornire il nostro corpo di liquidi e sali minerali, necessari per l’attività muscolare, l’idratazione manterrà efficienti anche le difese immunitarie primarie a livello delle mucose, impedendo a virus e batteri di approfittare del freddo per aggredirci.
Articoli correlati
esercizi-pettorali-alti

19 - Ott

Lavorare sui pettorali a casa e senza attrezzi: ecco gli esercizi giusti

Allenare i pettorali alti a casa con esercizi che non richiedano l’impiego attrezzi particolari: è possibile? Muscoli pettorali tonici e […]

Leggi tutto »
benefici-calcetto-terza-eta

15 - Set

Le partite a pallone fanno bene alla terza età: ecco come il calcio rende longevi

A chi si lamenta per le vostre frequenti partite a calcetto con gli amici, rispondete che lo state facendo per […]

Leggi tutto »