interval training cosa e

23 - Mag

Tecniche d’allenamento: ecco cos’è l’interval training e quali sono i benefici

L’interval training è divenuta una tecnica di allenamento sempre più diffusa grazie ai suoi benefici sulle performance. Per comprendere cos’è e in cosa consiste l’interval training andiamo a scoprirne i principi base.

Allenamento discontinuo: definizione e principi dell’interval training

Per capire cos’è l’interval training potrebbe bastare la definizione che segue:

L’interval training è un workout che alterna periodi di allenamento ad alta intensità con periodi di recupero (anche attraverso un allenamento a bassa intensità). L’obiettivo dell’allenamento a intervalli è quello di migliorare le performance atletiche e il grado di fitness dell’atleta.

I principi che regolano l’efficacia dell’interval training si adattano bene a ogni tipo di allenamento. Per tale motivo, questa tecnica di workout si è diffusa in molte discipline basate sulle performance di resistenza (running, ciclismo, nuoto…).

Nell’interval training, la fase ad alta intensità porta il corpo verso la soglia anaerobica (generalmente senza superarla), aumentando il dispendio glucidico per un breve periodo, per poi dare il tempo all’organismo di recuperare.

Benefici

Il successo dell’interval training si basa sulla sua efficacia sia dal punto di vista del miglioramento delle performance (utile ad atleti e sportivi per passione) sia dal punto di vista del miglioramento del grado di fitness (utile agli amanti della forma fisica). Per ottenere il massimo dei benefici dell’interval training è bene seguire le famose tabelle (popolari nell’allenamento di running) solo se preparate da trainer esperti. I principali benefici di questa tecnica di allenamento sono i seguenti:

Miglioramento delle performance e della tecnica – Con l’innalzamento della soglia anaerobica conseguente a questo tipo di allenamento, l’atleta o lo sportivo per passione migliora la resistenza, la velocità e la tecnica.

Aumento del metabolismo – L’interval training è particolarmente efficace anche per ottimizzare il tempo di allenamento con l’obiettivo del consumo di grasso, grazie a un aumento del metabolismo riconducibile all’alternanza alta intensità bassa intensità.

Esempi di interval training

Una volta compreso cos’è l’interval training e quali sono i suoi benefici, ecco alcuni esempi che chiariscono a fondo la natura e la forma di questa tecnica di allenamento:

L’interval training nel running – Sprint di 200 metri, camminata per 3 minuti e nuovamente sprint per 200 metri.

L’interval training nel nuoto – Una serie da 3 vasche alternando gli stili (libero, dorso e rana), 1 minuto di recupero, ripetere la sequenza.

Articoli correlati
correre-con-il-freddo

22 - Nov

Correre con il freddo: 7 trucchi per un inverno di running

Per molti, il fattore temperatura è decisivo per la motivazione al movimento. Il freddo può scoraggiare i più a calzare […]

Leggi tutto »
tenosinovite-prevenzione-infiammazione-tendini

31 - Ott

Dolore a mani e piedi: cos’è la tenosinovite e come prevenire l’infiammazione della guaina tendinea

Una delle cause di dolore a polsi, mani e piedi può essere la tenosinovite: l’infiammazione della guaina tendinea (guaina sinoviale). […]

Leggi tutto »