meglio-correre-sera-o-mattina

Mattina o sera: esiste un’ora migliore per correre?

Chi corre con regolarità avrà notato che, in certi giorni, il nostro corpo è particolarmente agile, dinamico e leggero, in altri, al contrario, è più pesante e affaticato. Da cosa dipende? Esiste un orario ideale per andare a correre? Per essere più precisi: è meglio correre di mattina o di sera?

Salvo durante l’estate, quando è fortemente consigliato correre la mattina presto o nelle ore serali, non esiste una regola generale e valida per tutti. Vediamo allora, per ciascuna fascia oraria, quali sono i principali benefici della corsa e quali le eventuali controindicazioni.

Correre di mattina: i benefici

Correre la mattina è un ottimo modo per iniziare la giornata. Grazie all’elevato contenuto di ossigeno nell’aria si respira meglio, il metabolismo è attivato e si genera un gradevole senso di benessere e di energia che ci aiuta ad affrontare meglio gli impegni quotidiani.

Correre di mattina: le controindicazioni

Sappiamo bene, tuttavia, che appena svegli le articolazioni sono più rigide e i muscoli meno flessibili e pronti. Per questo è fondamentale fare un buon riscaldamento prima di iniziare. Il consiglio per chi corre la mattina è evitare allenamenti troppo intensi, con ripetute a intervalli troppo serrati, e prediligere la corsa con ritmo costante. Anche gli sportivi più allenati, al mattino, sono meno pronti a gestire lo sforzo e il rischio di infiammazioni ai tendini o alle articolazioni è più elevato.

Correre la sera: i benefici

Correre la sera è un ottimo modo per rilassarsi. Quando si arriva a fine giornata, stanchi, stressati e con la testa piena di pensieri, una corsa all’aria aperta con il sole del tramonto è il modo migliore per rilassare le tensioni e liberare la mente. Correre la sera non richiede un riscaldamento preliminare particolare, il corpo è già, per così dire, pronto alla performance. Inoltre, correre di sera attiva il metabolismo e aiuta il corpo a bruciare le calorie nel corso della notte.

Correre la sera: le controindicazioni

Correre di sera può però disturbare il sonno. Un allenamento serale rilassa le tensioni corporee, riduce lo stress, ma restituisce al corpo una grande energia. Questo di per sé è un elemento positivo, salvo provocare qualche difficoltà a prendere sonno.

Chi corre con regolarità avrà notato che, in certi giorni, il nostro corpo è particolarmente agile, dinamico e leggero, in altri, al contrario, è più pesante e affaticato. Da cosa dipende? Esiste un orario ideale per andare a correre? Per essere più precisi: è meglio correre di mattina o di sera?

Salvo durante l’estate, quando è fortemente consigliato correre la mattina presto o nelle ore serali, non esiste una regola generale e valida per tutti. Vediamo allora, per ciascuna fascia oraria, quali sono i principali benefici della corsa e quali le eventuali controindicazioni.

Correre di mattina: i benefici

Correre la mattina è un ottimo modo per iniziare la giornata. Grazie all’elevato contenuto di ossigeno nell’aria si respira meglio, il metabolismo è attivato e si genera un gradevole senso di benessere e di energia che ci aiuta ad affrontare meglio gli impegni quotidiani.

Correre di mattina: le controindicazioni

Sappiamo bene, tuttavia, che appena svegli le articolazioni sono più rigide e i muscoli meno flessibili e pronti. Per questo è fondamentale fare un buon riscaldamento prima di iniziare. Il consiglio per chi corre la mattina è evitare allenamenti troppo intensi, con ripetute a intervalli troppo serrati, e prediligere la corsa con ritmo costante. Anche gli sportivi più allenati, al mattino, sono meno pronti a gestire lo sforzo e il rischio di infiammazioni ai tendini o alle articolazioni è più elevato.

Correre la sera: i benefici

Correre la sera è un ottimo modo per rilassarsi. Quando si arriva a fine giornata, stanchi, stressati e con la testa piena di pensieri, una corsa all’aria aperta con il sole del tramonto è il modo migliore per rilassare le tensioni e liberare la mente. Correre la sera non richiede un riscaldamento preliminare particolare, il corpo è già, per così dire, pronto alla performance. Inoltre, correre di sera attiva il metabolismo e aiuta il corpo a bruciare le calorie nel corso della notte.

Correre la sera: le controindicazioni

Correre di sera può però disturbare il sonno. Un allenamento serale rilassa le tensioni corporee, riduce lo stress, ma restituisce al corpo una grande energia. Questo di per sé è un elemento positivo, salvo provocare qualche difficoltà a prendere sonno.