pallavolo-schiacciata-allenamento

28 - Mar

L’allenamento nella pallavolo: ecco 5 esercizi per la schiacciata

La pallavolo è uno sport davvero appassionante: spirito di squadra, alti valori agonistici ma anche tanta tecnica. La schiacciata, in particolare, è un gesto atletico che richiede ottima capacità di elevazione, forza da imprimere alla palla ed anche buona preparazione nei tempi di attacco.

Per prestazione sempre ad alto livello l’allenamento è fondamentale. Vediamo insieme gli esercizi da svolgere per mantenere in allenamento braccio e spalla ed attaccare a rete con una schiacciata a regola d’arte.  Ecco le caratteristiche principali e i 5 esercizi da effettuare.

La schiacciata: descrizione

Le caratteristiche principali di un gesto atletico come la schiacciata sono:

  • Elevazione;
  • Forza;
  • Capacità di modificare l’angolazione della palla;
  • Tempi di attacco.

La fase preliminare è quella del salto: in questo momento preparatorio ci si sposta velocemente verso l’alzatore che favorirà la schiacciata. La posizione delle braccia è all’indietro. L’ultimo passo della rincorsa, lo stacco, è il più rapido e fermo, perché supporta lo slancio verso l’alto.

La tecnica di base vuole che la palla sia colpita ad un’altezza elevata e con la mano ben aperta. Nella fase di chiusura, che avviene al centro del corpo, il braccio fa un movimento ad incrociare col braccio opposto. Nella fase di discesa, si presta la massima attenzione al ginocchio e al piede, per evitare infortuni.

L’allenamento: 5 esercizi

Per mantenere sempre alti i livelli delle vostre prestazioni sportive, nella pallavolo come nelle altre discipline, l’allenamento è cruciale. Nel caso particolare della schiacciata, le parti interessate dal movimento sono braccia e spalle. Ecco i 5 esercizi da svolgere, per mantenere in buono stato i muscoli coinvolti quando si effettua questo gesto atletico, e sviluppare la tecnica.

Questo tipo di allenamento, sia fisico sia tecnico, può essere effettuato con la palla e senza.

  • Senza palla: effettuare rincorsa e stacco, provando diverse angolazioni e distanze.
  • Con la palla: schiacciare la palla a terra, e compiere sessioni ripetute con il proprio compagno, sfruttando il rimbalzo.
  • Con lancio della palla: lanciare la palla in alto sopra la testa, saltare sul posto ed effettuare la schiacciata.
  • Da soli: alzarsi la palla con una mano o con due e schiacciare contro il muro.
  • Con l’alzatore: potete effettuare delle schiacciate consecutive su alzate ripetute e provare anche dei cambi di direzione e zona d’attacco.

Per aumentare il livello di difficoltà ed allenare entrambe le braccia è consigliabile, quando vi dedicate al vostro allenamento, effettuare la schiacciata sia col destro che col sinistro.

Allenamento tecnico a parte, esiste poi anche un allenamento specifico per aumentare l’esplosività del salto. Si tratta di esercizi di squat (gli squat jump) cui segue un’elevazione massima. Ma anche salti a partire dall’assunzione di una posizione accovacciata con le ginocchia, per poi effettuare un salto alla velocità massima che riuscite ad imprimere.

Articoli correlati
Attività aerobiche agli anziani

19 - Feb

10 attività aerobiche adatte agli anziani: rimanere attivi in età avanzata

Abbiamo già visto quali sono i benefici dell’attività fisica nella terza età e come, la vita attiva, possa essere considerata […]

Leggi tutto »
Rimedi naturali apnee notturne

01 - Giu

Affrontare i disturbi del sonno: 6 rimedi naturali all’apnea notturna

Quali sono i rimedi naturali più indicati per contrastare l’apnea notturna? Questo disturbo del sonno piuttosto diffuso è causato dall’ostruzione […]

Leggi tutto »