plank-risultati

Fitness senza attrezzi: tutti i risultati raggiungibili grazie al plank

Il plank è uno di quegli esercizi isometrici più efficaci, in grado di far lavorare i muscoli del core addominale. Si tratta di esercizi di bodyweight molto popolari nel fitness perché di facile esecuzione e in grado di far raggiungere una completa remise en forme. Scopriamo come ottenere il massimo dei risultati praticando questo tipo di workout con costanza.

Il plank, un workout semplice ma efficace

I plank sono una tipologia di workout a corpo libero che richiede un investimento di tempo minimo ma con la possibilità di ottenere risultati importanti in una parte del corpo fondamentale, il core, che funge da supporto per la schiena.

Se desiderate rafforzare le fasce muscolari del nucleo centrale del corpo, come gli addominali, gli obliqui, i pelvici e i lombari, il plank è senz’altro l’allenamento giusto. Le varianti inoltre garantiscono anche un irrobustimento di altri muscoli: si tratta dunque di un esercizio completo e scelto da molti anche per i risultati positivi che la sua pratica può portare.

Intensità dell’allenamento

Farlo almeno a giorni alterni anche perché non necessita di attrezzi, può davvero fare la differenza.  Se volete buttar giù il grasso che attanaglia il girovita, ad esempio, un allenamento basato sul plank, combinato a crunch per addominali bassi e ad una sana alimentazione, vi porterà enormi benefici e risultati incoraggianti in breve tempo.

I muscoli coinvolti

I muscoli coinvolti nel plank sono quelli addominali, braccia, spalle e pettorali, schiena, gambe e glutei. Gli esercizi concorrono a migliorare la forza di tutto il corpo e più riuscite a mantenere la posizione, più aumenterà la resistenza. Se sarete in grado di rimanere in plank per almeno due minuti potrete ottenere dei risultati davvero straordinari. Ma procedete sempre per gradi: iniziate col mantenere la posizione per una diecina di secondi e poi a salire. Fate attenzione a formare una linea dritta con il corpo: testa dritta e non piegate le ginocchia, i glutei devono trovarsi in posizione mediana. Se non ci riuscite significa che dovete allenare più duramente il vostro core.

I risultati

I risultati che questo workout vi garantirà sono anche in termini di postura e quindi di risoluzione del dolore nella zona dorsale e lombare. Migliorando sia forza che resistenza, inoltre, potrete ottenere delle prestazioni al top.

Tutto sta nella esecuzione corretta: posizionate i gomiti sul pavimento e sotto le spalle, le braccia devono essere parallele al corpo, mani rilassate, core contratto e glutei stretti. Il tutto deve generare una linea perfetta, dalla testa ai talloni.

I risultati che potrete ottenere in seguito ad un workout costante a base di plank sono i seguenti:

  • maggiore capacità di sollevare carichi pesanti;
  • miglioramento nel salto;
  • incremento della capacità di inclinare e ruotare il busto;
  • schiena forte e glutei tonici;
  • minor rischio di infortuni alla schiena e alla colonna vertebrale;
  • corretto funzionamento del metabolismo;
  • miglior postura;
  • miglior equilibrio e flessibilità;
  • migliori performance sportive.

Il plank è uno di quegli esercizi isometrici più efficaci, in grado di far lavorare i muscoli del core addominale. Si tratta di esercizi di bodyweight molto popolari nel fitness perché di facile esecuzione e in grado di far raggiungere una completa remise en forme. Scopriamo come ottenere il massimo dei risultati praticando questo tipo di workout con costanza.

Il plank, un workout semplice ma efficace

I plank sono una tipologia di workout a corpo libero che richiede un investimento di tempo minimo ma con la possibilità di ottenere risultati importanti in una parte del corpo fondamentale, il core, che funge da supporto per la schiena.

Se desiderate rafforzare le fasce muscolari del nucleo centrale del corpo, come gli addominali, gli obliqui, i pelvici e i lombari, il plank è senz’altro l’allenamento giusto. Le varianti inoltre garantiscono anche un irrobustimento di altri muscoli: si tratta dunque di un esercizio completo e scelto da molti anche per i risultati positivi che la sua pratica può portare.

Intensità dell’allenamento

Farlo almeno a giorni alterni anche perché non necessita di attrezzi, può davvero fare la differenza.  Se volete buttar giù il grasso che attanaglia il girovita, ad esempio, un allenamento basato sul plank, combinato a crunch per addominali bassi e ad una sana alimentazione, vi porterà enormi benefici e risultati incoraggianti in breve tempo.

I muscoli coinvolti

I muscoli coinvolti nel plank sono quelli addominali, braccia, spalle e pettorali, schiena, gambe e glutei. Gli esercizi concorrono a migliorare la forza di tutto il corpo e più riuscite a mantenere la posizione, più aumenterà la resistenza. Se sarete in grado di rimanere in plank per almeno due minuti potrete ottenere dei risultati davvero straordinari. Ma procedete sempre per gradi: iniziate col mantenere la posizione per una diecina di secondi e poi a salire. Fate attenzione a formare una linea dritta con il corpo: testa dritta e non piegate le ginocchia, i glutei devono trovarsi in posizione mediana. Se non ci riuscite significa che dovete allenare più duramente il vostro core.

I risultati

I risultati che questo workout vi garantirà sono anche in termini di postura e quindi di risoluzione del dolore nella zona dorsale e lombare. Migliorando sia forza che resistenza, inoltre, potrete ottenere delle prestazioni al top.

Tutto sta nella esecuzione corretta: posizionate i gomiti sul pavimento e sotto le spalle, le braccia devono essere parallele al corpo, mani rilassate, core contratto e glutei stretti. Il tutto deve generare una linea perfetta, dalla testa ai talloni.

I risultati che potrete ottenere in seguito ad un workout costante a base di plank sono i seguenti:

  • maggiore capacità di sollevare carichi pesanti;
  • miglioramento nel salto;
  • incremento della capacità di inclinare e ruotare il busto;
  • schiena forte e glutei tonici;
  • minor rischio di infortuni alla schiena e alla colonna vertebrale;
  • corretto funzionamento del metabolismo;
  • miglior postura;
  • miglior equilibrio e flessibilità;
  • migliori performance sportive.