trekking più lunghi al mondo

28 - Giu

Escursionismo epico: i 6 trekking più lunghi al mondo

Il trekking è una delle attività più affascinanti (e più alla portata di tutti) per chi ama scoprire il territorio in modo attivo. Tuttavia esistono alcuni percorsi che richiedono una preparazione atletica particolare: sono i trekking più lunghi del mondo.

Resistenza, potenza, fiato e capacità di adattamento anche a condizioni estreme: queste sono le caratteristiche richieste all’escursionista, soprattutto quando calca un sentiero epico come quelli dei trekking più lunghi al mondo. Ma la montagna richiede anche tanta esperienza e prudenza, poiché anche il più lieve infortunio potrebbe risultare fatale specialmente in un itinerario lungo che, il più delle volte, attraversa territori sperduti.

Trekking epici: i percorsi più lunghi al mondo

Nepal, Makalu Base Camp – Makalu è la quinta montagna più alta al mondo. Anche solo raggiungere il suo campo base è un’esperienza epica. Si attraversano foreste pluviali, passi e pascoli d’altura appena sotto i ghiacciai. Si marcia per “appena” 200 km, in cui s’incontrano ascensioni da brivido (come la scalata da 7.000 metri). Per rendere più difficile l’esperienza, il percorso prevede l’attraversamento di varie zone climatiche: dalla tropicale alla ghiacciata.

Corsica, Grand Randonnée 20 – Se soffrite di vertigini, questo non è il trekking per voi. Il GR20 è un trekking che percorre la dorsale centrale della Corsica e il “sentiero” si snoda tra i picchi, le rocce e gli strapiombi della cresta. Il percorso è di poco più di 180 km ma richiede almeno due settimane di marcia a causa del terreno insidioso.

Svezia, KungsledenSi tratta di ben 460 km di sentiero che attraversa il Circolo Polare Artico e quattro parchi nazionali che formano la più grande riserva naturale europea. Si parte da Hemavan, per arrivare ad Abisko, attraversando foreste incontaminate di abeti, di betulle e tratti di tundra artica.

Francia e Spagna, Haute Rendonnée Pyrénéenne – Una “passeggiata” sul confine tra Francia e Spagna, lungo quella linea non troppo immaginaria fatta di creste e passi. Più di 800 chilometri di marcia per almeno sei settimane di percorso. Dato che i rifugi possono essere distanti anche parecchi giorni di cammino, il campeggio si rende necessario.

Canada, Great Divide TrailCirca 1.199 km di percorso che attraversa ben cinque parchi nazionali canadesi. Un trekking dedicato a chi sa come comportarsi davanti a un grizzly. Inoltre, il percorso no è segnato.

USA, Arizona Trail – Un trekking fatto di deserti, canyon, montagne e foreste. Uno scenario unico che si sviluppa per 1.303 km.

USA, Pacific Northwest Trail – Inizia nelle Rocky Mountains (Montana), per arrivare a Cape Alava, sulla costa del Pacifico. Si attraversano tre parchi nazionali e zone selvagge con ghiacciai, cascate e foreste. Si cammina per più di 1.930 km.

USA, Continental Divide Trail – Dal Canada al Messico, un percorso unico di più di 4.800 km. Com’è facile immaginare, il trekking più lungo al mondo offre la possibilità di attraversare una straordinaria varietà di ambienti e di paesaggi, in tratti di territorio senza segni d’insediamento umano.

Articoli correlati
Traumi muscolari

13 - Giu

Lesione muscolare, le 4 tipologie di trauma sportivo

Tra chi pratica sport a livello amatoriale o professionistico, le lesioni muscolari sono traumi piuttosto frequenti e che possono verificarsi […]

Leggi tutto »
dolori-schiena-anziano-rimedi

26 - Lug

Dolori alla schiena nell’anziano: i rimedi per evitarli e contrastarli

Come invecchiare bene con una colonna vertebrale sana? Quesito di rilevante importanza soprattutto tra i soggetti appartenenti alla terza età. […]

Leggi tutto »