perché correre rende felici

01 - Mar

Correre rende felici: i 3 motivi per i quali dovreste cominciare (o continuare)

Vi siete mai chiesti perché i vostri amici runner siano sempre così desiderosi di praticare il loro allenamento, anche in condizioni non incoraggianti? Perché correre rende felici. È proprio così, e questa teoria è supportata scientificamente. Ecco tre motivi che spiegano perché correre sia un potente moltiplicatore di benessere e, in più, renda felici.

Lo studio

Uno studio sull’argomento, condotto dai ricercatori dell’Università di Montreal, rivela che esiste una correlazione fra il running e la leptina. Quest’ormone, secreto dal tessuto adiposo, aiuta a controllare il senso di sazietà e a regolare la motivazione all’esercizio fisico.

Quando siamo a digiuno, i livelli di leptina sono ai minimi. Al contrario, quando soddisfiamo il bisogno di mangiare, il livello ricomincia a crescere. Ebbene, correre produce leptina. E i livelli di questa sostanza sono correlati con quelli della dopamina, l’ormone del benessere, del piacere e della felicità, appunto.

3 motivi per cui correre rende felici

Non si tratta di diventare un running addicted, ma sapere che esistono ottime motivazioni per le quali correre rende felici ci deve far senz’altro riflettere sulla bontà di questo workout. Anche e soprattutto perché i benefici che ne derivano sono strettamente correlati a una sensazione di benessere generale.

  1. Fa bene – Quando si corre si producono endorfine, ossia gli ormoni della felicità. Ergo: correre rende felici. Ogni runner può testimoniare questo e raccontarvi la sensazione di buon umore che lo attraversa nella fase post workout.
  2. Migliora la forma fisica – Correre aiuta a mantenersi in forma, con la positiva conseguenza di sentirsi reattivi, energici ed anche mentalmente più sicuri. Questo stato di cose non può che raddoppiare il nostro livello di benessere, rendendoci anche felici di noi stessi.
  3. Aiuta a superare i limiti – Porsi degli obiettivi è fondamentale per sentirsi sempre motivati a dare il meglio di sé. Vale in ogni situazione, anche nello sport. La corsa è un’attività che impone una tabella di marcia, un piano d’allenamento mirato, un traguardo ben definito da raggiungere. Ma implica anche costanza e forza di volontà. Tutto questo, se portato a compimento, si traduce in un innalzamento dell’autostima e in una sensazione di soddisfazione personale che contribuisce a rendere felici.
Articoli correlati
Tazio Gavioli, Crazy Dunkers, SempreAttivi

14 - Set

Tazio Gavioli e i Crazy Dunkers per SempreAttivi: un lancio all’insegna dello sport non convenzionale

Chi sa quante persone ci passano davanti (o sotto) ogni giorno. A pochi, però, sarà venuto in mente di scalarla. […]

Leggi tutto »
interval-training-ad-alta-intensita

25 - Ago

L’interval training ad alta intensità: ecco perché praticarlo in 5 punti

HIIT è l’acronimo di High Intensity Interval Training ossia allenamento a intervalli, ad alta intensità. Il principio di questa tipologia […]

Leggi tutto »