Correre ogni giorno

06 - Giu

6 consigli per evitare lesioni dedicati a chi corre ogni giorno

Soprattutto per gli atleti professionisti o per chi si sta preparando ad affrontare una sfida importante, correre ogni giorno può essere una soluzione d’allenamento. Tuttavia, il running quotidiano, se non supportato da un programma di training ponderato può facilmente portare al sovrallenamento ed espone maggiormente al rischio di lesioni dovute al sovraccarico funzionale e alla mancanza di tempi di recupero adeguati.

Correre tutti i giorni, i consigli per non farsi male

Seppure sia in dubbio che il running quotidiano faccia bene, c’è una certezza: espone maggiormente alle lesioni. Per questo sarà bene prendere alcune precauzioni:

  1. Assicurarsi di essere in forma per farlo – La riduzione dei tempi di recupero richiede una forma atletica adeguata. Altrimenti lo shock per la nostra struttura muscolo scheletrica e per il nostro organismo potrebbe portare a qualche conseguenza grave (traumi muscolari, tendinei, depauperamento delle risorse minerali del corpo…).
  2. Correre ogni giorno? Dipende come – Se la scelta è quella di correre tutti i giorni, o anche solo cinque giorni a settimana, il consiglio è quello di alternare percorsi impegnativi con percorsi di scarico, per dare tempo all’organismo di adattarsi allo sforzo e trarne beneficio.
  3. Arrivarci gradualmente – Iniziare, di punto in bianco, a correre tutti i giorni è il modo migliore per andare incontro a una lesione grave.
  4. I giorni di riposo sono necessari – Correre irrobustisce il corpo e tonifica i muscoli. Se lo si fa ogni giorno diventa uno stress importante che rischia di portare velocemente al sovraccarico funzionale di ossa, muscoli e legamenti. I giorni di riposo servono al nostro organismo per riparare i microtraumi causati dall’allenamento intensivo.
  5. La giusta attrezzatura – Per chi corre ogni giorno e vuole evitare traumi è fondamentale poter contare su un’attrezzatura adeguata all’uso intenso. Le scarpe e l’abbigliamento devono tener conto dell’uso quotidiano ed essere sostituiti con frequenza.
  6. Ascoltare il corpo – La legge del “no pain no gain” funziona, ma fino a quando non rimane solo il dolore senza il guadagno. I dolori post allenamento non sono sempre sinonimo di crescita muscolare, possono essere un campanello di allarme del nostro organismo. In quel caso è meglio obbligarci a riposare, prima che l’ossessione per la corsa ogni giorno ci porti alla lesione che ci costringe a letto per settimane.
Articoli correlati
Beautiful brunette during workout in gym

13 - Gen

6 esercizi per rinforzare il legamento crociato anteriore contro lesioni e traumi

Le lesioni o la rottura del legamento crociato anteriore (LCA) sono traumi particolarmente diffusi tra gli sportivi. Problematiche che richiedono, […]

Leggi tutto »
Racchetta da tennis come scegliere

08 - Dic

Racchetta da tennis: come scegliere? 6 consigli per non sbagliare

Come si è visto nell’approfondimento sul gomito del tennista, la scelta dell’attrezzatura giusta è fondamentale per evitare traumi. Per chi […]

Leggi tutto »