come-scegliere-la-tavola-da-surf

12 - Lug

Come scegliere la tavola da surf: miniguida in 5 punti

Uno sport dinamico, adrenalinico, divertente: è il surf, la disciplina top dell’estate e non solo. Se siete dei grandi appassionati dell’onda perfetta, non potete di certo avere una tavola che non sia all’altezza delle vostre aspettative. Evitate errori quindi, soprattutto se siete ancora in una fase amatoriale, e seguite questi semplici consigli su come scegliere la tavola da surf adatta alle proprie esigenze e caratteristiche.

Ecco 5 consigli utili su come scegliere la tavola da surf.

  1. Manegevolezza, sicurezza e resistenza. Per praticare il surf è importante avere un attrezzo comodo, leggero da utilizzare e che renda sicuri nei movimenti, soprattutto se siete ancora dei principianti. La tavola da surf che fa per voi potrebbe essere la Malibù o la Funboard. Questi modelli sono perfetti per cavalcare le prime onde, cercando di migliorare equilibrio e sicurezza, hanno infatti dimensioni medie e punte arrotondate. Il volume è un’altra caratteristica importante per i principianti. La tavola da surf deve essere facile da tenere in mano, stabile ed accessibile.
  2. Tipologie: la schiuma, per cominciare. Quella in schiuma è la tavola da surf ideale per chi inizia a praticare questo sport. Consente di imparare divertendosi. Permette di affrontare i primi take-off attraverso onde di piccole dimensioni. La tipologia in polistirene espanso è particolarmente adatta per i principianti che necessitano della massima sicurezza unita ad una perfetta galleggiabilità. È inoltre un materiale morbido e resistente, Sarete maggiormente al riparo da urti e cadute ed il prezzo è assolutamente accessibile.
  3. Come sceglierla in base alla taglia. Forse non lo sapevate ma per scegliere la tavola da surf dovete effettuare dei calcoli in base alla vostra taglia. La misura è espressa in piedi (unità di misura anglosassone): un piede corrisponde a circa 30 cm.
  4. Lunghezza, larghezza e spessore. La tavola da surf deve essere lunga generalmente un piede e mezzo in più della vostra altezza. La larghezza è importante per la stabilità: almeno 20 pollici (1 pollice corrisponde a 2 centimetri e mezzo). Quanto allo spessore, questo influisce molto su un altro parametro che è il volume. Per un principiante 3 pollici rappresentano un buon numero. Quando sceglierete la tavola da surf considerate anche il vostro peso. Più peso necessita di più volume, quindi più spessore per avere una maggiore stabilità.
  5. Tavole per veri esperti. Quanto alle tipologie esistenti, lo abbiamo accennato prima, sono importanti perché consentono di potenziare aspetti importanti per il surfista, in base alla propria preparazione. Le Longboard e Shortboard sono le tavole per veri surfisti, lunghe o corte e realizzate con moderne tecnologie. La Longboard essendo lunga conferisce maggiore stabilità, la Shortboard invece consente di sfruttare appieno la velocità in virtù della sua maggior maneggevolezza.

Vacanza e sport sono un connubio davvero perfetto per gli appassionati del movimento. Il surf entra quindi di diritto nella top five delle vacanze sportive. Per un’estate sempre attivi!

Articoli correlati
postura ciclismo

13 - Nov

Ciclismo e salute: i 5 rischi di una postura non corretta in bici

Per gli allenamenti che richiedono movimenti ripetitivi e obbligati, come nel ciclismo, i rischi di lesioni importanti dipendono anche dalla […]

Leggi tutto »
crossfit-come-iniziare

28 - Ago

Il crossfit un workout intenso: 5 consigli su come iniziare a praticarlo

Fino a qualche anno fa era una novità del fitness proveniente dall’America, oggi è una tecnica di allenamento molto diffusa, […]

Leggi tutto »