calcetto-allenamento

13 - Mar

L’allenamento per il calcetto: un workout di scatti per preparare i muscoli

Siete appassionati di calcetto e non rinuncereste mai alla partitella settimanale? Allora sapete bene che l’allenamento, anche per i non professionisti, è fondamentale. Sì perché il rischio di infortuni e dolori è sempre dietro l’angolo e dunque ci si deve preparare curando soprattutto la fase preliminare: l’allenamento. Vediamo insieme gli esercizi che potete svolgere per preparare al meglio la muscolatura ad affrontare un workout piacevole e divertente.

Il calcetto, infatti, è uno sport molto comune perché è spesso praticato in compagnia degli amici, ma anche piuttosto dispendioso sotto il profilo delle energie. Va quindi curata soprattutto la preparazione aerobica, per avere fiato a sufficienza fino all’ultimo minuto della vostra partita, praticando della corsa o dello spinning, per esempio.

Riscaldamento

Non è possibile, e va sempre assolutamente evitato, iniziare a praticare un’attività fisica senza avere prima preparato adeguatamente i muscoli allo sforzo che state per compiere. Ritagliatevi almeno 15 minuti per effettuare una corsa leggera, meglio sulle punte dei piedi, proprio come fanno i calciatori professionisti. Un’altra raccomandazione importante è quella di indossare durante il riscaldamento sempre le scarpe giuste: in questo caso, leggere e adatte al running.

Scatti sulla distanza

Una volta che avete effettuato un adeguato riscaldamento e dopo aver recuperato pienamente, è possibile iniziare con gli esercizi di allenamento ad hoc per il calcetto. Questo particolare workout è consigliato se si ha come obiettivo il potenziamento delle gambe. Ma ricordate: si procede sempre per gradi.

  1. Posizionate un oggetto a vostra scelta ad almeno 20 metri di distanza dal punto dello start. Con l’aiuto di un cronometro, nel caso vi allenaste da soli, potete prendere il tempo che impiegate nel compiere lo scatto sulla distanza. La velocità da imprimere nella corsa deve essere massima. Questo esercizio va ripetuto almeno 3 volte ed intervallato con qualche minuto di recupero.
  2. Abbiamo suggerito di procedere per gradi. Quindi, dopo aver completato la prima sessione di workout con le ripetute sulla distanza di 20 metri, potete alzare l’asticella della difficoltà e provare ad effettuare gli scatti sulla distanza, aumentando fino a 40 metri l’allungo. Dopo il primo scatto potete variare l’esercizio toccando l’oggetto e poi cambiando direzione.
  3. Una volta arrivati allo start, modificate ancora il percorso, effettuandolo sempre alla velocità massima consentita dalle vostre forze. Ripetete 3 volte, concedendovi delle pause ogni volta. Dopo l’ultimo scatto, prendetevi tutto il tempo necessario per recuperare.

Avete così effettuato un allenamento preparatorio ma completo. La vostra consueta partita settimanale è salva e voi vi terrete lontani dal rischio infortunio, pronti a performance di livello.

Articoli correlati
evitare-infortuni-nuoto-consigli

01 - Nov

6 consigli per prevenire gli infortuni nel nuoto

Seppure venga spesso citato tra gli sport più sicuri, anche il nuoto non esonera dagli infortuni. Tra i traumi più […]

Leggi tutto »
esercizi per i glutei

09 - Nov

Esercizi per i glutei: 6 semplici allenamenti da fare in casa

Mantenersi in forma con un’attività fisica costante è una buona prassi per una lunga vita in salute. Ma è anche […]

Leggi tutto »