acquagym-fa-dimagrire

10 - Mag

L’acquagym fa dimagrire: vi spieghiamo come

Letteralmente: ginnastica in acqua. Stiamo parlando dell’acquagym uno sport molto diffuso, soprattutto tra il target femminile. Si tratta dell’attività fisica preferita per rassodare e tonificare, perché consente di far lavorare tutti i muscoli, senza avvertire troppo la fatica. Ma l’acquagym fa dimagrire? Questo è il quesito che si pongono coloro che non hanno ancora provato questo sport. Scopriamolo insieme.

I benefici dell’acquagym

Sostiene la colonna vertebrale e previene da traumi muscolari, assicurando un allenamento completo ed efficace. Ecco un elenco schematizzato dei principali benefici derivanti dalla pratica dell’acquagym:

  • Flessibilità;
  • Agilità;
  • Forza fisica;
  • Miglioramento della circolazione;
  • Allenamento del muscolo cardiaco;
  • Rassodamento;
  • Tonificazione;
  • Dimagrimento

Il workout per dimagrire

  • L’acquagym è una disciplina che migliora la circolazione del corpo. Il movimento in acqua inoltre, aiuta a contrastare la ritenzione idrica e a combattere la cellulite, un problema che affligge molte donne. La conseguenza positiva di un simile workout è quella di riuscire a rassodare e a tonificare gambe e glutei, grazie all’azione di opposizione dell’acqua. Infatti, più il movimento è ostacolato, più la muscolatura lavora intensamente, con evidenti benefici anche in termini di perdita di peso.
  • L’acquagym è particolarmente indicata soprattutto nei periodi di clima mite e caldo, quando cresce il desiderio di tenersi in forma, anche in vista dell’estate, ma lo si vuole fare con ogni comfort possibile.
  • L’acquagym fa dimagrire grazie al lavoro aerobico che contribuisce a bruciare calorie. A contatto con l’acqua fredda la temperatura si abbassa e per riequilibrarsi il corpo è costretto a consumare di più e, quindi, a bruciare molte più calorie, con conseguente perdita di peso. Questo influisce inoltre sul risveglio del metabolismo e sull’azione di rivitalizzazione del microcircolo sottocutaneo, favorendo così, l’espulsione di scorie e tossine. Dovete però essere costanti e praticare questa disciplina per almeno 30 minuti, 2 o 3 volte a settimana.

Credits: flickr.com/photos/24975064@N05/15428298947/ via Foter.com

 

Articoli correlati
Nausea dopo corsa

06 - Nov

Il “mal di corsa”: quando correre dà la nausea

Nausea o veri e propri conati di vomito, accompagnati da tutti i sintomi tipici di questo malessere (pallore, sudorazione…). Questa […]

Leggi tutto »
mezze-maratone-febbraio

01 - Feb

Mezze maratone in Italia: le gare in programma nel mese di febbraio 2017

C’è sempre una buona occasione per mettersi alla prova e praticare il vostro sport preferito. E se la vostra specialità […]

Leggi tutto »