Riscaldamento pallavolo

05 - Ott

5 errori da non commettere durante il riscaldamento per la pallavolo

Abbiamo già visto perché è tanto importante il riscaldamento in qualsiasi sport. La pallavolo non fa alcuna eccezione. Ma anche in fase di riscaldamento esistono alcune accortezze da prendere per massimizzare la qualità delle performance e, soprattutto, per scongiurare dolorosi e debilitanti infortuni che possono mettere la parola “fine” a una carriera sportiva o a una passione coltivata da tanto tempo.

Per questo, gli errori da non commettere sono pochi, ma decisivi per la salvaguardia del benessere dell’atleta.

Il riscaldamento nella pallavolo

Un riscaldamento standard nella pallavolo comprende, generalmente, 5 fasi:

  • Mobilità articolare e allungamento;
  • Corsa e andature per sciogliere gambe e braccia;
  • Esercizi a coppie (lanci con la palla, bagher, palleggio, attacco e difesa);
  • Attacchi a rete;
  • Battute.

Esattamente come dovrebbe essere un riscaldamento ideale, quello della pallavolo introduce gradualmente ai movimenti di potenza tipici dello sport, preparando muscoli e articolazioni contro eventuali traumi.

Cinque cose da non fare in allenamento

  1. I salti prima di aver riscaldato gambe, caviglie e ginocchia – Si consiglia sempre di riscaldarsi con esercizi di mobilità articolare, stretching, corsa e andature.
  2. Attaccare e battere prima di aver effettuato il riscaldamento della spallaLa spalla è sicuramente una delle articolazioni più a rischio nella pallavolo. Ecco perché è fondamentale preparare muscoli e giunture con potenziamento muscolare, stretching e lanci a coppie.
  3. Trascurare la preparazione delle caviglie – Le distorsioni alle caviglie sono tra i traumi più frequenti in questo sport. La corretta preparazione della caviglia è fondamentale anche in fase di riscaldamento, per evitare che salti, corse e andature possano invalidare prima ancora dell’allenamento.
  4. Trascurare l’idratazione – Durante il riscaldamento non si preparano solo muscoli e legamenti all’allenamento, ma tutto il corpo. L’idratazione gioca un ruolo importante nelle performance atletiche. Qui potete leggere i risultati di un’interessante studio dello Swiss Forum for Sport Nutrition sull’idratazione nello sport.
  5. Iniziare le attività della pallavolo alla massima intensità – Come in ogni sport e attività fisica, l’inizio deve essere tanto più graduale quanto meno l’atleta è allenato ai movimenti tipici. Questa accortezza in fase di riscaldamento aiuta a preparare il nostro corpo a un’attività sicura e di qualità.
Articoli correlati
Ginocchio del saltatore

12 - Feb

Tendinite al ginocchio, ecco cos’è il ginocchio del saltatore

Nelle attività sportive caratterizzate da salti di potenza (ad esempio pallavolo o pallacanestro), il “ginocchio del saltatore” è una patologia […]

Leggi tutto »
Fisico più forte terza età

09 - Mar

Attività fisica nella terza età: 6 minuti per un fisico più forte

L’attività fisica nella terza età porta con sé molti vantaggi. Primo tra tutti quel senso di benessere generale che deriva […]

Leggi tutto »