qualita-della-vita-terza-eta

28 - Lug

Qualità della vita nella terza età: ecco 3 aspetti da curare e migliorare

La qualità della vita è un concetto dipendente da più fattori, comunque correlati l’uno con l’altro. Nella terza età è spesso legata alla riduzione delle capacità funzionali e a problemi di salute di varia natura. Ecco come aumentare il livello della qualità della vita nella terza età, migliorando 3 aspetti importanti:

  1. Alimentazione. Con un’alimentazione sana la qualità della vita migliora, soprattutto nella terza età. Nutrirsi correttamente conferisce maggiore autonomia e grande energia per affrontare le attività di tutti i giorni. Frutta verdura, cereali integrali e pesce sembrano essere il passepartout di un’esistenza al top delle possibilità, perché la salute si costruisce anche a tavola. Gli effetti benefici di una sana alimentazione son evidenziati da uno studio pubblicato sul Journal of the Academy of Nutrition and Dietetics e condotto da un gruppo di ricercatori guidato da Bamini Gopinath del Westmead Milenium Institute for Medical Research dell’University of Sideney (Australia). È stato evidenziato come l’abitudine al mangiar sano influenzi positivamente il saper svolgere determinate attività quotidiane: dalla gestione del denaro all’uso del telefono, per esempio.
  2. Sport. L’attività fisica è un valido aiuto per mantenere alta la qualità della vita e vivere meglio e più a lungo. Lo sport è comprovato che contrasti il decadimento fisiologico e protegga dalla progressiva perdita di autonomia, sia fisica che psicologica, tipici della terza età. I benefici dell’attività fisica nella terza età sono riscontrabili a livello di sistema muscolare, respiratorio e cardiovascolare. L’attività fisica negli anziani aiuta a contrastare sovrappeso e obesità, amici stretti della vita sedentaria. Lo sport è anche molto utile a mantenere alto il livello dell’umore, aspetto piuttosto importante nella terza età, dal momento che la motivazione a muoversi è la leva per praticare discipline atte a mantenersi attivi. L’attività fisica inoltre, abbatte la sensazione di ansia e regolarizza il ciclo veglia sonno.
  3. Benessere generale. I primi due aspetti di cui abbiamo parlato precedentemente hanno un effetto pratico sul grado di benessere generale dell’organismo di un soggetto anziano. Più si cura l’alimentazione ed il movimento, maggiore è la possibilità di incrementare la qualità della vita, con effetti benefici evidenti sia sotto il profilo fisico che psicologico.

Ricordate che anche in vacanza potete mantenervi sempre attivi scegliendo di organizzare dei viaggi ad hoc in cui lo sport è protagonista. Vi forniamo qualche utile suggerimento in questo post.

Articoli correlati
prevenire-infortuni-corsa

21 - Apr

Come prevenire gli infortuni nella corsa: ecco 5 utili consigli

Corsa e infortuni, sembra un binomio quasi obbligato. E invece non è sempre così scontato. Con un’attenta preparazione fisica, un […]

Leggi tutto »
sport-estivi-montagna

31 - Lug

Sport estivi da praticare in montagna: eccone 5

Tanto verde, aria fresca e pulita. Se avete scelto delle vacanze ad alta quota, ma volete comunque rimanere attivi, scegliete […]

Leggi tutto »